17 Idee Creative di Marketing per le Piccole Imprese

Avatar
Marketing @Ahrefs. Leggo, pratico breakdance e mi piace fare ogni giorno nuove esperienze di vita.
    Ogni idea di marketing qui sotto ha funzionato bene per noi.

    Sono tutte cose gratuite o a basso costo, creative (non le solite idee noiose) e che praticamente ogni azienda o business può fare.

    Ecco l’elenco:

    1. Scrivi articoli per il blog che si posizionino e convertano
    2. Ottieni visualizzazioni video da Google
    3. Fatti includere negli elenchi del tipo “miglior x in y”
    4. Trasforma i tuoi clienti in cartelloni pubblicitari
    5. Fatti intervistare all’interno dei podcast
    6. Sfrutta l’audience degli altri brand
    7. Sfrutta Quora per ottenere più visualizzazioni
    8. Converti le menzioni in backlink
    9. Traduci il tuo sito in altre lingue
    10. Appoggiati ad altri siti più grandi per posizionarti
    11. Riproponi i contenuti esistenti
    12. Crea una pagina di confronto
    13. Invia i tuoi prodotti per avere recensioni
    14. Condividi post non promozionali su Reddit
    15. Conquista i featured snippet
    16. Prenditi cura dei tuoi fan in un gruppo Facebook
    17. Fai le cose in modo diverso

    Il blog di Ahrefs porta ~380.000 visite organiche mensili, oltre a tante iscrizioni per i nostri strumenti.

    Questo rappresenta una parte fondamentale della nostra strategia di content marketing: scrivere di argomenti che le persone cercano attivamente su Google e collegarle al nostro prodotto.

    Come puoi fare lo stesso?

    Per prima cosa devi identificare gli argomenti che le persone cercano su Google. Il modo più semplice è quello di utilizzare uno strumento per fare ricerca di parole chiave gratuito, come il Keyword Generator.

    Inserisci un qualsiasi argomento rilevante, e ti verranno mostrate fino a 150 idee di parole chiave e la stima dei loro volumi di ricerca. Ad esempio, se vendi tè online, vorrai inserire termini come “tè” o “foglie di tè”.

    Nota a margine.
    KD si riferisce alla difficoltà della parola chiave. Puoi approfondire questo concetto qui.

    Scorri l’elenco per vedere se sono presenti termini che sono validi per il tuo sito. Generalmente parlando, più alto è il volume di ricerca, maggiore è la quantità di traffico che potresti ottenere se riesci a posizionarti in alto su Google.

    Devi poi cercare di assegnare un ‘valore commerciale’ ad ogni argomento, che in parole povere significa quanto puoi promuovere il tuo prodotto all’interno di quel contesto.

    Ecco i criteri che utilizziamo per assegnare un valore agli articoli presenti sul nostro blog.

    PunteggioCosa SignificaEsempio
    3Il nostro prodotto è una soluzione insostituibile al problema.“come posizionarsi in cima su Google” — perchè è difficile farlo senza un adeguato strumento come Ahrefs.
    2Il nostro prodotto aiuta molto, ma non è essenziale alla risoluzione del problema.“consigli SEO” — in quanto alcuni consigli non possono essere implementati senza il nostro prodotto, ma altri si.
    1Il nostro prodotto può essere brevemente menzionato.“idee di marketing” — in quanto la SEO è solo una delle possibili idee di marketing, e Ahrefs può dare una mano.
    0Non è possibile menzionare il nostro prodotto.“social media marketing” — in quanto Ahrefs non è utile a questo scopo.

    L’obiettivo è quello di trovare argomenti con degli elevati potenziali volumi di ricerca e un alto ‘valore commerciale’.

    Lettura consigliata: Come Ricercare Parole Chiave Per La SEO

    Non solo i nostri video Youtube ottengono una tonnellata di visualizzazioni da Youtube stesso, ma si posizionano anche su Google, ottenendo traffico anche da quest’ultimo.

    Abbiamo ottenuto questo risultato avendo come obiettivo tematiche che:

    1. Hanno un alto potenziale di traffico organico. Le persone cercano queste tematiche sia su Youtube che Google.
    2. Hanno come intento la visualizzazione di un video. La maggior parte delle persone preferisce guardare un video piuttosto che leggere—anche dopo aver cercato su Google.

    Per trovare queste tematiche, utilizzeremo il Content Explorer, un mini motore di ricerca che ti consente di ricercare delle parole o delle frasi all’interno di un database di oltre cinque miliardi di pagine.

    Inizia con questa ricerca:

    site:youtube.com inurl:watch title:tematica

    Poi, ordina i risultati in base al traffico organico. Questo dovrebbe restituirti una lista di video Youtube rilevanti che ottengono del traffico di ricerca da Google.

    Ad esempio, la video ricetta della sfogliatella alle mele ottiene più di 6.400 visite mensili da Google, ed ha circa 621.000 visualizzazioni su Youtube.

    Se hai un canale di ricette, potrebbe valere la pena creare un video proprio su questa tematica, in modo da ottenere traffico sia da YouTube che Google.

    Una volta che abbiamo creato un elenco di tematiche rilevanti al nostro progetto, il passo successivo è quello di creare un video che si posizionerà sia su YouTube che Google.

    Come si fa? Leggi questo articolo o guarda questo video:

    https://www.youtube.com/watch?v=BObU_VCwnvY&feature=emb_title

    Puoi trovare degli elenchi del tipo “miglior X in Y” indipendentemente dal settore o dal posto in cui ti trovi.

    Ad esempio, se vivi nel Regno Unito, puoi trovare una lista dei migliori bar a Londra, Manchester, Liverpool, Birmingham e così via. Puoi addirittura trovare articoli sui migliori bar del Nord, Sud, Est e Ovest di Londra.

    Per farla breve: se questi elenchi sono relativi al tuo settore, e tu non ci sei, stai perdendo del potenziale traffico, riconoscibilità del tuo brand e clienti.

    Per trovare questi elenchi, puoi semplicemente cercarli su Google.

    Se sei un utente di Ahrefs, puoi installare la Toolbar SEO di Ahrefs per vedere quali pagine all’interno dei risultati di ricerca ottengono più traffico, in modo da dargli priorità.

    Analizza poi gli elenchi per vedere se la tua attività sia inclusa o meno. Nel caso in cui non lo fosse, proponiti e prova a farti includere.

    Questo è Matt.

    Non solo è un tecnico SEO molto rispettato, ma è anche un fantastico ballerino su TikTok.

    Ad ogni modo, non siamo qui solo per giudicare le sue abilità nella danza. La cosa importante, è che sia lui che le sue partner di ballo indossino delle t‑shirt di Ahrefs, fornendo supporto e visibilità al brand.

    Per un costo di produzione di circa $ 20 a t‑shirt, si tratta probabilmente di uno dei cartelloni pubblicitari più economici mai creati.

    Non deve essere necessariamente una t‑shirt. Esistono altri oggetti a poco prezzo che possono avere un simile effetto, come:

    • Tazze
    • Adesivi per i laptop
    • Blocchi per appunti

    Abbiamo ottenuto migliaia di iscrizioni attraverso i podcast:

    Eppure, non ne produciamo uno nostro. Com’è possibile?

    In realtà è molto semplice. Esistono migliaia di podcast che cercano costantemente ospiti che condividano la loro conoscenza. Tutto quello che devi fare è trovarli e proporti come tale.

    Il modo più semplice per trovare queste opportunità, è quello di cercare su Google “migliori podcast di [tuo settore]”.

    In alternativa, puoi identificare un ospite frequente dei podcast del tuo settore, e trovare tutti quelli in cui ha preso parte.

    Ad esempio, Lindie Botes è apparsa in diversi podcast che trattano del come imparare una lingua. Possiamo identificare ogni podcast in cui è stata ospite inserendo la URL del suo sito all’interno del Site Explorer di Ahrefs, andando poi nel report chiamato Backlinks e inserendo il suo nome all’interno del campo chiamato “include”. Impostiamo poi il target su “Title of referring pages”.

    Guardando al report, possiamo vedere tantissimi podcast dove lei ha partecipato.

    Una volta identificati i podcast più rilevanti, trova l’indirizzo email dell’autore e contattali per vedere se sono disponibili ad averti come ospite.

    Lettura consigliata: 12 lezioni che ho imparato come ospite di 20+ podcast in 4 mesi

    Questo è Tim, il nostro CMO, mentre conduce un webinar alle 5 di mattina:

    Dedizione assoluta.

    Il punto è questo: non si tratta di un webinar che abbiamo messo in piedi noi. È stato infatti realizzato da Buffer. Buffer è uno strumento utilizzato dai digital marketer per il social media management, i quali hanno probabilmente bisogno anche di uno strumento per fare SEO

    Insieme, abbiamo creato un webinar su come portare traffico ad un sito web. Abbiamo entrambi promosso massicciamente l’iniziativa sui social media fino al giorno del webinar. A seguito di questo, Buffer a creato un articolo sul loro blog. Dalla nostra parte, abbiamo postato l’intero video del webinar su YouTube e condiviso la presentazione a disposizione di tutti su Slideshare.

    Questo è stato un eccellente metodo per sfruttare ognuno l’audience dell’altro, dividendoci allo stesso tempo tutto lo sforzo per la creazione dei contenuti.

    Quora è un sito di domande&risposte dove chiunque può chiedere o rispondere a delle domande.

    Ciò significa che puoi rispondere a domande correlate al tuo settore, lavorando sulla riconoscibilità del tuo brand e generando traffico verso il tuo sito web.

    A dirla tutta, ho fatto questo proprio per Ahrefs, ottenendo oltre un milione di visualizzazioni:

    Questo non è successo perchè ho risposto ad ogni singola domanda. Non solo ci vorrebbe troppo tempo, ma si rischia di scrivere risposte che nessuno leggerà.

    Ecco quindi la strategia giusta: rispondi alle domande che già ottengono traffico. Il modo più semplice per identificarle, è inserire quora.com all’interno del Site Explorer di Ahrefs, e andare poi sul report chiamato Pagine migliori. Questo ci mostra quali sono le pagine di Quora che ricevono più traffico organico.

    Restringi l’elenco inserendo una parola chiave a te rilevante all’interno del campo chiamato “Includi”.

    Scorri poi l’elenco e rispondi alle domande correlate alla tua attività.

    Lettura consigliata:Quora Marketing: ~1 Millione di Visualizzazioni Generate. Come Replicare il Nostro Successo

    Una menzione è qualcuno che parla di te online… senza però fornirti un link.

    Ecco una di quelle che ci sono capitate ad Ahrefs:

    Questa è un’opportunità sprecata in quanto il nostro studio sui backlink condotto su ~1 miliardo di pagine, mostra che questi sono strettamenti correlati al posizionamento.

    Fortunatamente, dato che l’autore sta già parlando di te, sei già a metà strada dall’ottenere un link. Tutto quello che devi fare è contattarlo e chiedergli di rendere la menzione cliccabile.

    Prima però devi trovare le tue menzioni. Come?

    Il modo più semplice è utilizzare il Content Explorer di Ahrefs, inserendo al suo interno il nome del tuo brand. 

    Dato che vuoi contattare ogni sito una volta sola, spunta l’opzione “One page per domain”. Poi, all’interno di “Highlight unlinked domains”, inserisci il tuo dominio.

    Questo porterà alla luce tutte le pagine che menzionano il tuo brand ma non ti hanno ancora fornito un link. In altre parole, delle menzioni senza backlink.

    Nota a margine.
    Se sono presenti troppi risultati, utilizza i filtri per escluderne alcuni.

    Infine, esporta il report, seleziona l’opzione chiamata “Only highlighted unlinked domains”, e contatta tutti i siti rilevanti chiedendo di rendere la menzione un link cliccabile.

    Vale la pena notare che possono esserci alcune variazioni in questo processo. Probabilmente non vorrai contattare ogni singolo sito. Leggi l’articolo qui sotto e scopri i vantaggi e gli svantaggi dell’ottenere link dalle menzioni.

    Lettura consigliata: Una Semplice Guida per Trasformare le Menzioni del tuo Brand in Link

    Abbiamo tradotto molti dei nostri articoli del blog in tedesco, italiano, spagnolo, cinese e russo.

    Perchè? Ci siamo resi conto che c’erano tantissime persone che avrebbero potuto beneficiare dei nostri contenuti e del nostro prodotto che non parlano l’inglese.

    Se sei preoccupato dei costi per le traduzioni, ecco un consiglio: lavora con i tuoi clienti. Offri il tuo prodotto gratuitamente in cambio di un numero di traduzioni ogni mese. Questo è quello che abbiamo fatto anche noi all’inizio:

    Ora abbiamo fatto un ulteriore passo avanti, iniziando a tradurre anche i nostri video:

    È difficile competere per certe parole chiave se sei una piccola azienda. Ad esempio, i risultati di ricerca per la parola chiave “miglior macchina da caffè” sono dominati da siti enormi.

    Posizionarti meglio di loro richiederebbe una sforzo davvero grande. La maggior parte di noi non ha le risorse per entrare in competizione.

    Ma esiste un’altra opzione: scrivi un guest post per un sito grande e rilevante del tuo settore, sfruttando la loro reputazione e la loro autorità per posizionarti. Questo ti consente di occupare del terreno prezioso all’interno delle SERP, anche se non sei il diretto proprietario del sito.

    Per fare un esempio, ho scritto un guest post per SmartBlogger due anni fa. Oggi la pagina è ancora posizionata in Google per oltre 231 parole chiave, e genera circa ~600 visite mensili.

    Lettura consigliata:Guest Blogging per la SEO: Come Ottenere Link di Qualità in Massa

    Ogni articolo che pubblichiamo sul blog di Ahrefs, richiede ore per essere scritto e tantissima ricerca.

    Sarebbe uno spreco di tempo se premessimo semplicemente ‘pubblica’ senza fare nulla dopo. Per questo motivo, diamo più ampia esposizione ai nostri contenuti attraverso diversi formati.

    Ad esempio, abbiamo trasformato il nostro articolo riguardo i falsi miti sulla SEO in un video:

    Trasformiamo regolarmente anche i nostri video in articoli. Non solo questo rende il processo di creazione dei contenuti più semplice, ma ci aiuta anche a raggiungere un’audience più ampia che utilizza diverse piattaforme e preferisce fruire formati di contenuti diversi.

    Puoi anche trasformare articoli e video in contenuti per Twitter:

    Se ti occupi di SEO per altri, i nuovi clienti probabilmente ti staranno chiedendo:“Quanto bisogna aspettare per posizionare il mio sito/pagina in cima a Google?” La risposta standard: dipende. Ma esiste una risposta migliore? Nel 2017 abbiamo svolto una ricerca per scoprirlo.”

    E non limitarti al tuo account Brand. Chiedi anche al tuo team di trasformare i loro contenuti in discussioni:

    Bounce Rate. Una delle metriche di Google Analytics più fraintese. 9 elementi che potresti non sapere.”

    Un pagina di confronto ha lo scopo di aiutare i clienti a scegliere fra il tuo prodotto e quello dei tuoi concorrenti. Noi ne abbiamo recentemente pubblicata una… con una differenza.

    La maggior parte delle pagine di confronto non sono altro che un paragone delle varie funzionalità dove il prodotto di chi ha creato la pagina vince su tutto. Quindi, invece che fare la stessa cosa che fanno tutti, abbiamo deciso di inserire i risultati di alcuni sondaggi e recensioni indipendenti.

    Sembra che la cosa sia stata ricevuta molto bene.

    Questa è la migliore (e la più etica) pagina di confronto che abbiamo mai letto per un software. Al contrario della maggior parte delle pagine di questo tipo, quella in questione sembra autentica.”

    Il concetto più importante, è che puoi creare delle pagine di confronto etiche che allo stesso tempo possano mostrare la validità del tuo prodotto, rafforzando la reputazione del tuo brand.

    Recentemente abbiamo lanciato il Webmaster Tool di Ahrefs, come risposta alle limitazioni di Google Search Console. Prima del lancio, abbiamo fornito un’anteprima dello strumento ai giornalisti, che ci ha portato delle menzioni su Search Engine Journal e Tech Radar:

    La menzione della stampa riguardo Webmaster Tool di Ahrefs su Tech Radar.

    I clienti non verificano solamente le pagine di confronto prima di acquistare un prodotto. Spesso leggono anche le recensioni fornite da altre persone. Far sì che i tuoi prodotti vengano recensiti indipendentemente da terze parti è un ottimo metodo per ottenere media guadagnati (o earned media), aumentare l’esposizione e rafforzare il tuo brand.

    A questo punto ti starai chiedendo: come fare per capire quali pubblicazioni contattare?

    Il modo più semplice per identificarle e quello di trovare chi ha recensito prodotti simili ai tuoi, contattarli, ed offrire il tuo prodotto per un test.

    Per farlo, cerca le recensioni dei tuoi brand concorrenti all’interno del Content Explorer. Ad esempio, se vuoi lanciare un software di email marketing, uno dei tuoi concorrenti potrebbe essere MailChimp, quindi dovresti cercare qualcosa come “recensione mailchimp”.

    Clicca poi su “one page per domain” in modo da limitare i risultati ad una pagina per dominio.

    Scorri poi la lista e contatta ogni sito che credi possa essere interessato a recensire il tuo prodotto o servizio.

    Contattali e verifica se sia possibile o meno ottenere una menzione per il tuo brand a fianco a quella dei tuoi concorrenti.

    Niente accade su internet senza che Reddit lo sappia.

    Ogni giorno, milioni di persone si ritrovano su questo forum dalle sembianze di social media per discutere di ogni argomento, dal popolare cartone di Rick e Morty, ad argomenti più seri come gli investimenti.

    Ora, Reddit è famoso per essere terribilmente spietato verso qualunque cosa sia lontanamente promozionale. Ma i suoi utenti adorano i contenuti utili e di valore.

    Quindi, ecco quello che puoi fare…

    Prendi uno degli articoli del tuo blog, rimuovi tutti i link interni ed esterni, formattalo in markdown e condividilo su di un subreddit rilevante. Assicurati di lasciare un link verso l’articolo originale alla fine.

    Il nostro CMO, Tim Soulo, ha recentemente fatto questo con la sua guida alla ricerca delle parole chiave.

    Con 72 voti positivi e 18 commenti, direi che è andata piuttosto bene.

    Lettura consigliata: Reddit Marketing: Come Promuoversi su Reddit e Ottenere più Traffico

    I featured snippet sono dei contenuti informazionali che solitamente appaiono in cima ai risultati di ricerca di Google. Forniscono risposte alle ricerche estraendo contenuti dalle pagine meglio posizionate.

    In linea generale, conquistare un featured snippet porterà più traffico organico verso il tuo sito.

    Come puoi trovare i featured snippet?

    Dato che Google tira fuori i contenuti per i featured snippet dalle pagine posizionate sulla prima pagina dei risultati di ricerca, la strada più semplice è quella di identificare le pagine del tuo sito che già sono posizionate in top 10 per un particolare termine ma non hanno ancora conquistato lo snippet.

    Per farlo, inserisci il tuo dominio nel Site Explorer di Ahrefs, e filtra per parole chiave che contengono un featured snippet e per le quali sei posizionato fa le posizioni 2–10.

    Leggi poi questa guida per imparare come ottimizzare i tuoi contenuti al fine di provare a conquistare i featured snippet.

    Ahrefs Insider è il nostro gruppo Facebook esclusivamente dedicato ai clienti. Nel momento in cui scriviamo, Gennaio 2021, il gruppo vanta circa 13.500 utenti attivi, con una media di 100 articoli al mese.

    Oltre ai nostri membri che si supportano l’un l’altro su questioni SEO, postiamo regolarmente anche contenuti che possano aiutare tutti:

    Spesso postiamo anche gli aggiornamenti relativi al nostro prodotto, rispondiamo alle domande degli utenti e forniamo consigli su come utilizzare al meglio i nostri strumenti.

    Il risultato: una community particolarmente attiva, che condivide conoscenza e fornisce spunti per migliorare i nostri prodotti.

    Vuoi sapere come abbiamo fatto a far crescere il nostro gruppo Facebook? Guarda questo video:

    https://www.youtube.com/watch?v=48C-KNdzDeU

    Tre anni fa, alla conferenza chiamata Digital Marketing Skill Share (DMSS) tenutasi a Bali, abbiamo avuto l’opportunità di creare un banner per il nostro stand.

    Piuttosto che creare la solita frase fatta, ecco con cosa ci è venuto in mente:

    Le persone lo adoravano.

    Amo questo banner.” “Banner fantastico!”

    Se potessi riassumere la filosofia di marketing di Ahrefs in una frase, questa sarebbe “fai le cose in modo diverso”. Il banner, la nostra pagina di confronto, la home page—che sfrutta tattiche conosciute, ma che abbiamo adattato al nostro stile e fatto con una diversa esecuzione. 

    Viviamo in un mondo dove tutto è già stato fatto, e la maggior parte delle persone copiano l’un l’altra. Se vuoi però che le persone notino il tuo brand, devi risaltare rispetto alla massa. E questo significa essere diversi.

    Vero, non esiste un metodo inconfutabile per essere diversi. Non posso dirti “fai questo e vedrai i risultati”. Non è questo il modo in cui funziona. Il marketing è uno sforzo creativo, e devi sperimentare per capire cosa vale la pena fare e cosa no.

    Ti lascio però uno spunto che puoi utilizzare. Chiediti “cosa succederebbe se facessi la cosa opposta?”.

    Questo potrebbe farti venire in mente nuove idee per la tua attività.

    Conclusioni

    Spero di averti lasciato con una manciata di nuove idee e spunti che puoi subito provare e mettere in pratica.

    Non ho parlato di qualche idea di marketing che senti dovrei coprire nell’articolo? Se hai qualcosa da dire, fammelo sapere su Twitter.

    Tradotto da Matteo Ginnetti, Consulente Digital Marketing.