Enjoyed the Read?

Don’t miss our next article!

Quanto traffico fa un sito? 3 modi diversi per scoprirlo

Joshua Hardwick
Head of Content @ Ahrefs (o, in parole povere, sono la persona che fa sì che ogni articolo pubblicato sul nostro blog sia EPICO). Fondatore @ The SEO Project.
    Vuoi sapere quante vis­ite ottiene un sito? Ci sono diver­si modi per sco­prir­lo, vedi­a­mone alcu­ni.

    Pri­ma di entrare nel det­taglio, però, fac­ciamo una pre­mes­sa.

    Se il sito è il tuo, ovvi­a­mente, puoi sem­plice­mente instal­lare Google Ana­lyt­ics (gratis) e vedere i numeri di traf­fi­co che il tuo sito fa (con un’approssimazione molto vic­i­na alla realtà).

    Ahrefs’ blog growth, via Google Ana­lyt­ics

    appro­fondi­men­to
    L’analisi dei log del serv­er può fornire mag­giori infor­mazioni, come spie­ga­to in questo arti­co­lo. 

    Ma vis­to che stai leggen­do questo arti­co­lo, immag­i­no che tu non sia il pro­pri­etario del sito che vuoi anal­iz­zare, gius­to?

    Stai prob­a­bil­mente cer­can­do di sti­mare quante vis­ite fa il sito di un tuo com­peti­tor che dif­fi­cil­mente con­di­viderà con te queste infor­mazioni.

    In questo arti­co­lo, descriverò nel det­taglio tre modi gra­zie ai quali è pos­si­bile sti­mare il traf­fi­co gen­er­a­to da un qual­si­asi sito.

    Metodo 1. Utilizzare un tool per la stime del traffico

    Ci sono due tipi di stru­men­ti che per­me­t­tono di sti­mare il traf­fi­co gen­er­a­to da un sito:

    1. Stru­men­ti per la sti­ma del traf­fi­co totale: un sito può rice­vere vis­ite tramite diver­si canali di acqui­sizione: motori di ricer­ca, forum, social media, ecc. questi tool sti­mano il totale delle ses­sioni gen­er­ate da un sito indipen­den­te­mente dal canale di acqui­sizione.
    2. Stru­men­ti che sti­mano solo il traf­fi­co organ­i­co: la mag­gior parte dei siti riceve buona parte del pro­prio traf­fi­co dai motori di ricer­ca come Google; questo traf­fi­co è comune­mente defini­to “traf­fi­co organ­i­co”. I tool che apparten­gono a questo grup­po non pren­dono in con­sid­er­azione altre sor­gen­ti di traf­fi­co (es: i social media) oltre a quel­lo organ­i­co.

    Esplo­ri­amo queste due tipolo­gie più a fon­do.

    1. Stimare il traffico totale di un sito

    Noi di Ahrefs abbi­amo prova­to tut­ti i più impor­tan­ti stru­men­ti per la sti­ma del traf­fi­co totale e fat­to alcu­ni test per trovare quel­lo più accu­ra­to: Sim­i­lar­Web è risul­ta­to il migliore in asso­lu­to.

    Sim­i­lar­Web offre una serie di sta­tis­tiche rel­a­tive al traf­fi­co tra cui:

    • Total Vis­its (vis­ite totali);
    • Pages per Vis­it (pagine per visi­ta);
    • Aver­age Vis­it Dura­tion (dura­ta media di una visi­ta);
    • Bounce Rate (tas­so di rim­bal­zo)
    appro­fondi­men­to
    Potete sco­prire nel det­taglio come Sim­i­lar­Web definisce e cal­co­la queste met­riche qui, qui, qui e qui. 

    Di segui­to le stime per il sito ahrefs.com aggior­nate a luglio 2018:

    Pur non for­nen­do indi­cazioni sul numero di pagine visu­al­iz­zate, questo dato può essere tran­quil­la­mente ottenu­to molti­pli­can­do il totale delle vis­ite per il numero di pagine per visi­ta (nel nos­tro caso: 5.63M * 7.5 = 42.23M di pagine visu­al­iz­zate).

    Nel­la ver­sione gra­tui­ta è pos­si­bile vedere in un grafi­co inter­at­ti­vo il traf­fi­co sti­ma­to degli ulti­mi sei mesi.

    La ver­sione a paga­men­to, invece, copre gli ulti­mi due anni.

    Tutte le stime includono sia il traf­fi­co da dis­pos­i­tivi mobili sia desk­top; per chi sot­to­scrive un abbona­men­to è pos­si­bile dividere il traf­fi­co in base al dis­pos­i­ti­vo.

    Inoltre, il report di Sim­i­lar­Web per­me­tte di vedere altre sta­tis­tiche legate al traf­fi­co come la divi­sione del traf­fi­co per paese (solo per dis­pos­i­tivi desk­top)…

    appro­fondi­men­to
    Gli uten­ti sen­za abbona­men­to pos­sono vedere solo i pri­mi cinque pae­si.

    e per sor­gente di traf­fi­co (diret­to, refer­ral, organ­i­co, ecc)

    i domi­ni che por­tano più traf­fi­co (utile soprat­tut­to quan­do si fan­no attiv­ità di link build­ing o si stan­no cer­can­do oppor­tu­nità per fare guest post che porti­no traf­fi­co!)

    e le 5 parole chi­ave che por­tano più vis­ite

    Da dove arrivano questi dati?

    Per capire quan­to questi dati siano affid­abili, è impor­tante conoscere le fonti.

    Ecco cosa dice al riguar­do Sim­i­lar­Web:

    I nos­tri dati han­no 4 fonti diverse:

    • Un pan­el di dis­pos­i­tivi mon­i­torati (attual­mente il più grande di tut­ti);
    • Inter­net Ser­vice Providers (ISPs) locali pre­sen­ti in diver­si pae­si;
    • I nos­tri web crawler che anal­iz­zano ogni sito pub­bli­co per creare una map­pa del mon­do dig­i­tale il più accu­ra­ta pos­si­bile;
    • Centi­na­ia di migli­a­ia di fonti diret­ta­mente con­nesse con Sim­i­lar­Web (siti web e app).”

    Tradot­to: Sim­i­lar­Web acqui­sisce dati da una vari­età di fonti che rac­col­go­no, in for­ma anon­i­ma, infor­mazioni sulle attiv­ità online degli uten­ti.

    Non sono for­nite infor­mazioni in mer­i­to alla dimen­sione del­la cop­er­tu­ra, ma è chiaro che non pren­dono dati da tut­ti. Quin­di, per quan­to pre­cise siano le loro stime, esse proven­gono comunque da un pic­co­lo cam­pi­one del­la “popo­lazione online”.

    Le stime di traffico fornite da SimilarWeb sono corrette?

    Tes­ti­amole. Ecco come abbi­amo fat­to:

    1. Abbi­amo selezion­a­to un cam­pi­one di 116 siti da Flip­pa;
    2. Abbi­amo cal­co­la­to il totale dei vis­i­ta­tori uni­ci e di pagine visu­al­iz­zate sti­ma­to da Sim­i­lar­Web per tut­ti i 116 siti;
    3. Abbi­amo com­para­to i dati.
    appro­fondi­men­to
    Abbi­amo selezion­a­to solo i siti pre­si da Flip­pa con almeno un anno di vita e traf­fi­co cer­ti­fi­ca­to. 

    Ecco cosa abbi­amo scop­er­to:

    • Sim­i­lar­Web sovras­ti­ma il numero totale di vis­i­ta­tori uni­ci per il 91,67% dei siti
    • Sim­i­lar­Web sovras­ti­ma in media il numero totale di vis­i­ta­tori uni­ci del 308,81%;
    • Sim­i­lar­Web sovras­ti­ma il totale delle visu­al­iz­zazione di pag­i­na per il 70,83% dei siti;
    • Sim­i­lar­Web sovras­ti­ma in media il totale di pagine visu­al­iz­zate del 210,58%.

    Rias­sumen­do, stan­do ai nos­tri test, Sim­i­lar­Web tende a sovras­ti­mare in modo sig­ni­fica­ti­vo il numero di vis­i­ta­tori uni­ci e il numero di pagine visu­al­iz­zate. Ma questo non accade sem­pre, capi­ta anche che i dati siano sot­tosti­mati: i vis­i­ta­tori uni­ci sono sot­tosti­mati in 1 caso su 12, men­tre le visu­al­iz­zazioni di pag­i­na in ⅓ e ¼ dei casi con­siderati.

    Ma ecco la nota dolente:

    Sim­i­lar­Web mostra stime solo per ⅕ dei siti pre­si in con­sid­er­azione per il test.

    Per i restanti ⅘ , ecco cosa ci viene mostra­to:

    Nes­suna sti­ma. Niente di niente.

    Per­ché? Ciò è prob­a­bil­mente dovu­to alla dimen­sione dei siti del cam­pi­one di Flip­pa, rel­a­ti­va­mente pic­coli. 

    Infat­ti, Sim­i­lar­Web cal­co­la le stime in base ai dati prove­ni­en­ti da un pic­co­lo cam­pi­one dell’intera popo­lazione online. Se quin­di il sito tes­ta­to non ha rice­vu­to abbas­tan­za vis­ite da questo cam­pi­one, Sim­i­lar­Web non potrà fornire alcu­na sti­ma.

    Per questo moti­vo Sim­i­lar­Web tende ad avere meno dati o addirit­tura nes­sun dato per i siti di dimen­sioni ridotte.

    A ripro­va di ques­ta ipote­si, abbi­amo prova­to a vedere se Sim­i­lar­Web for­nisce stime di traf­fi­co per i 100 siti più impor­tan­ti al mon­do, sec­on­do i dati di Ahrefs Rank. In questo caso il riscon­tro è sta­to pos­i­ti­vo per tut­ti i siti anal­iz­za­ti.

    Tor­ni­amo ai dati.

    Dal momen­to che Sim­i­lar­Web è sta­to in gra­do di fornir­ci dati solo per ⅕ dei siti pre­si in con­sid­er­azione, le nos­tre deduzioni si lim­i­tano ad un cam­pi­one di soli 24 siti — un cam­pi­one trop­po pic­co­lo per giun­gere a delle con­clu­sioni attendibili.

    È per­tan­to impor­tante pren­dere con cautela i risul­tati di questo test.

    2. Scoprire quanto traffico organico genera un sito

    Sicu­ra­mente sul mer­ca­to ci sono diver­si tool che per­me­t­tono di sti­mare il traf­fi­co organ­i­co di un sito. Ovvi­a­mente noi siamo di parte e rite­ni­amo che il nos­tro tool (Ahrefs) dispone dei dati migliori.

    Questo sono le stime di traf­fi­co che ti for­ni­amo:

    • Sti­ma delle vis­ite men­sili da Google (in tut­to il mon­do);
    • Sti­ma del val­ore del traf­fi­co (cioè il cos­to equiv­a­lente del traf­fi­co organ­i­co men­sile per il sito web o l’URL qualo­ra venisse acquis­ta­to tramite PPC);
    • Sti­ma del numero di parole chi­ave (se pre­sen­ti nei pri­mi 100 risul­tati) per cui il sito web si posiziona in Google.

    Vedi­amo le stime di traf­fi­co in Ahrefs per ahrefs.com (luglio 2018):

    You can see that ahrefs.com gets an esti­mat­ed 270,000 month­ly vis­i­tors from Google.

    Ques­ta è una sti­ma “live” del traf­fi­co, ciò sig­nifi­ca che si trat­ta di una “media vari­abile” che viene rical­co­la­ta ogni vol­ta che aggior­ni­amo il pool di parole chi­ave per le quali il sito web si posiziona. Per questo moti­vo, le stime del traf­fi­co pos­sono vari­are leg­ger­mente da un giorno all’al­tro. Questo numero include sia il traf­fi­co desk­top che quel­lo mobile.

    VUOI VEDERE LE STIME DI TRAFFICO PER UNA SPECIFICA SEZIONE DI UN SITO WEB?

    Bas­ta incol­lare qual­si­asi sot­todo­minio o sot­to­cartel­la (ad esem­pio, ahrefs.com/blog o blog.ahrefs.com) in Site Explor­er e selezionare l’opzione “Pre­fix” dal menu a ten­d­i­na.

    Ad esem­pio, se dig­i­ti ahrefs.com/blog, con l’opzione “pre­fix” selezion­a­ta vedrai la som­ma totale del traf­fi­co organ­i­co di tutte le pagine all’in­ter­no del­la cartel­la “/blog/”:

    Se desideri invece visu­al­iz­zare il traf­fi­co di ogni pag­i­na all’in­ter­no del­la cartel­la, puoi sfruttare il rap­por­to Top Pages, che ti mostr­erà un elen­co di pagine fil­trate per cartel­la e ordi­nate per traf­fi­co (dal­l’al­to ver­so il bas­so).

    Quel­lo visu­al­iz­za­to è però il traf­fi­co glob­ale, men­tre selezio­nan­do il tab Organ­ic Search nel­la sezione Overview potrai vedere il traf­fi­co sud­di­vi­so per 170 nazioni.

    appro­fondi­men­to
    Bas­ta pre­mere “Mostra di più” per visu­al­iz­zare l’e­len­co com­ple­to delle 170 nazioni.

    Come si può notare dal grafi­co, è pos­si­bile vedere il dato stori­co gior­naliero del traf­fi­co organ­i­co a par­tire dal­la metà del 2015. Il grafi­co è com­ple­ta­mente inter­at­ti­vo: scor­ren­do con il mouse è pos­si­bile visu­al­iz­zare le stime di traf­fi­co per qual­si­asi data.

    Vuoi vedere i dati del grafi­co fil­trati per una speci­fi­ca nazione? Si può fare!

    Di segui­to ecco il grafi­co fil­tra­to con i dati di traf­fi­co del Reg­no Uni­to:

    Ma c’è di più: se vai al report delle parole chi­ave organiche (Organ­ic Key­words), puoi vedere tutte quelle che por­tano traf­fi­co organ­i­co ver­so il sito, par­tendo da quelle che gen­er­a­no mag­gior traf­fi­co.

    A questo pun­to sorge spon­tanea una doman­da: Ahrefs rac­coglie migli­a­ia di dati per qua­si ogni URL di un sito, ma come fa?

    Da dove vengono i dati di Ahrefs?

    Le stime di Ahrefs si basano sui dati di rank­ing del nos­tro data­base com­pos­ta da 6,1 mil­iar­di di parole chi­ave.

    Questo data­base viene aggior­na­to men­sil­mente, incluse le stime sui volu­mi di ricer­ca (con­trol­la qui alcune diver­ten­ti sta­tis­tiche di ricer­ca del mese scor­so).

    Ecco, per pun­ti, cosa fac­ciamo per sti­mare il traf­fi­co organ­i­co:

    1. Estra­iamo dal data­base glob­ale tutte le parole chi­ave per le quali un sito web si posiziona;
    2. Con­trol­liamo il vol­ume di ricer­ca men­sile, la posizione in clas­si­fi­ca e la per­centuale di click per ogni paro­la chi­ave (in 170 nazioni);
    3. Stimi­amo quan­to traf­fi­co il sito riceve da ogni paro­la chi­ave;
    4. Som­mi­amo i dati ottenu­ti per sti­mare il traf­fi­co organ­i­co totale.

    Mag­giori infor­mazioni sul­la rac­col­ta dei dati pos­sono essere trovate qui.

    Sono precisi i dati stimati?

    Fac­ciamo un test:

    1. Abbi­amo pre­so lo stes­so cam­pi­one di 116 siti web di Flip­pa uti­liz­za­ti per testare Sim­i­lar­Web (tut­ti con dati sul traf­fi­co organ­i­co glob­ale cer­ti­fi­cati);
    2. Abbi­amo estrat­to i numeri di traf­fi­co organ­i­co da Ahrefs per tut­ti i 116 siti web;
    3. Li abbi­amo con­frontati.

    Ecco cosa abbi­amo trova­to:

    • Ahrefs ha sot­tosti­ma­to i vis­i­ta­tori uni­ci organi­ci per il 74,14% dei siti web.
    • Ahrefs ha sot­tosti­ma­to in media i vis­i­ta­tori uni­ci organi­ci del 38,08%;
    • Ahrefs ha sot­tosti­ma­to le visu­al­iz­zazioni di pag­i­na organiche per il 90,52% dei siti web;
    • Ahrefs ha sot­tosti­ma­to in media le visu­al­iz­zazioni di pag­i­na organiche del 52,04%.

    Per rias­sumere, sec­on­do i nos­tri test, per quan­to riguar­da il traf­fi­co organ­i­co, Ahrefs tende a sot­to­va­l­utare i vis­i­ta­tori uni­ci e le pagine viste. In alcu­ni casi però i numeri sono sovras­ti­mati, questo accade: in 1 caso su 4 per quan­to riguar­da i vis­i­ta­tori uni­ci; in 1 caso su 10 per quan­to riguar­da le visu­al­iz­zazioni di pag­i­na

    appro­fondi­men­to
    Questi risul­tati sono basati su un cam­pi­one di dimen­sioni mag­giori rispet­to ai dati di Sim­i­lar­Web che abbi­amo anal­iz­za­to, infat­ti Ahrefs ha offer­to stime per tut­ti i 116 siti tes­ta­ti. (Ricor­date che Sim­i­lar­Web ha potu­to sti­mare il traf­fi­co solo per cir­ca ⅕ di essi?)

    Ma per­ché Ahrefs tende comunque a sot­tosti­mare il traf­fi­co?

    Ciò accade per­ché siamo in gra­do di sti­mare il traf­fi­co organ­i­co gen­er­a­to da solo 6,1 mil­iar­di di parole chi­ave che abbi­amo nel nos­tro data­base. È tan­to? Lo è, infat­ti abbi­amo il più grande data­base che il mer­ca­to può offrire.

    Ma anche un data­base di 6,1 mil­iar­di di parole chi­ave ha i suoi lim­i­ti per­ché non può con­tenere tutte le pos­si­bili ricerche che si pos­sono dig­itare in Google. Sarebbe impos­si­bile.

    Per esem­pio, molte per­sone fan­no ricerche a coda lun­ga (le cosid­dette long tail key­words)…

    che non abbi­amo nel nos­tro data­base, di con­seguen­za non pos­si­amo sti­mare il traf­fi­co gen­er­a­to da esse.

    Questo è il modo in cui fun­zio­nano tut­ti gli stru­men­ti che offrono delle stime sul traf­fi­co organ­i­co, quin­di non siamo i soli. Tut­ti ten­dono a sot­to­va­l­utare il traf­fi­co: la misura in cui ciò accade dipende dalle dimen­sioni del data­base di parole chi­ave; più grande è, più accu­rate saran­no le stime.

    Per questo moti­vo dis­porre del più grande data­base di parole chi­ave sul mer­ca­to è sicu­ra­mente un val­ore aggiun­to.

    Vale anche la pena sot­to­lin­eare che nes­suno può offrire stime rel­a­tive ai volu­mi di ricer­ca total­mente accu­rate, nem­meno Google. Questo è un altro moti­vo per cui le nos­tre stime ten­dono ad essere infe­ri­ori ai dati reali.

    Qual è lo strumento migliore per confrontare più siti?

    A volte, non impor­ta tan­to di sti­mare il traf­fi­co con pre­ci­sione asso­lu­ta, quan­to piut­tosto di pot­er con­frontare la popo­lar­ità di due o più siti.

    Per esem­pio, immag­i­nate di avere una lista di cen­to poten­ziali siti su cui fare oureach, e volete par­tire dai siti che ricevono più traf­fi­co.

    In questo caso, l’obiettivo sarà con­frontare i siti l’uno con l’al­tro e clas­si­fi­car­li sul­la base del traf­fi­co organ­i­co.

    Qual è lo stru­men­to migliore per con­frontare la popo­lar­ità di due siti?

    Per sco­prir­lo, abbi­amo cal­co­la­to l’indice di cor­re­lazione di Spear­man sui nos­tri dati.

    Ecco i risul­tati per Sim­i­lar­Web:

    Vis­i­ta­tori Uni­ci Reali VS Vis­ite Totali di Sim­i­lar­WebVisu­al­iz­zazioni di Pag­i­na Reali VS Visu­al­iz­zazioni di Pag­i­na di Sim­i­lar­Web
    0.7130.779

    … e Ahrefs:

    Vis­i­ta­tori Uni­ci Organi­ci Reali VS Traf­fi­co Organ­i­co Glob­ale di AhrefsVisu­al­iz­zazioni di Pag­i­na Organiche Reali VS Traf­fi­co Organ­i­co Glob­ale di Ahrefs
    0.7670.784

    Con­fu­so?

    Ecco cosa mostra la cor­re­lazione Spear­man:

    Il coef­fi­ciente di cor­re­lazione per ranghi di Spear­man ® è una sta­tis­ti­ca che può essere uti­liz­za­ta per sin­te­tiz­zare la forza e la direzione (neg­a­ti­va o pos­i­ti­va) di una relazione tra due vari­abili. Il risul­ta­to sarà sem­pre com­pre­so tra 1 e meno 1.

    Anco­ra più con­fu­so? Fac­ciamo qualche esem­pio per capire meglio.

    Sti­amo esam­i­nan­do la cor­re­lazione tra due serie di dati: i numeri di traf­fi­co “reale” (set #1) e il traf­fi­co sti­ma­to (set #2). Se i numeri han­no una cor­re­lazione pos­i­ti­va in qualche modo, la cor­re­lazione di Spear­man sarà tra zero e 1. Se han­no una cor­re­lazione neg­a­ti­va, sarà tra 0 e ‑1.

    Quin­di, più la cor­re­lazione è vic­i­na a 1, più c’è una cor­re­lazione pos­i­ti­va tra i due set di dati.

    Sup­poni­amo di avere tre siti web con il seguente traf­fi­co “reale”…

    • Sito1 — 100
    • Sito2 — 5,000
    • Sito3 — 40,000

    e Ahrefs ripor­ta le seguen­ti stime del traf­fi­co

    • Sito1 — 50
    • Sito2 — 2,000
    • Sito3 — 10,000

    sarebbe una per­fet­ta cor­re­lazione pos­i­ti­va a 1. (Il “posizion­a­men­to” dei numeri cor­rispon­den­ti in ogni set di dati han­no una per­fet­ta cor­re­lazione pos­i­ti­va tra loro).

    Ma se Ahrefs avesse sti­ma­to le sta­tis­tiche sul traf­fi­co in questo modo

    • Sito1 — 10,000
    • Sito2 — 2,000
    • Sito3 — 50

    …avrem­mo avu­to una cor­re­lazione neg­a­ti­va a ‑1. (Il “posizion­a­men­to” dei numeri cor­rispon­den­ti in ogni set di dati han­no una per­fet­ta cor­re­lazione neg­a­ti­va pos­i­ti­va tra loro).

    Quin­di, più alta è la cor­re­lazione, migliore è lo stru­men­to per con­frontare due o più siti.

    Guardan­do i dati di cor­re­lazione Spear­man di cui sopra, si può notare che sia Ahrefs che Sim­i­lar­Web han­no una forte cor­re­lazione pos­i­ti­va con il traf­fi­co “reale”. Ahrefs ha la meglio su Sim­i­lar­Web, ma in modo mar­ginale.

    Questo sig­nifi­ca che è con­sigli­a­bile uti­liz­zare il nos­tro stru­men­to di Batch Analy­sis per ottenere stime di traf­fi­co di domi­ni che potreb­bero essere ogget­to di out­reach, ordi­nan­do poi per traf­fi­co gen­er­a­to (dall’alto al bas­so)…

    così facen­do è prob­a­bile che i val­ori ottenu­ti siano un buon metro di giudizio per com­pren­dere la popo­lar­ità dei siti pre­si in esame.

    Quin­di, quale stru­men­to di sti­ma del traf­fi­co dovreste usare?

    È impor­tante notare che ognuno di questi stru­men­ti fa cose diverse.

    Sim­i­lar­Web sti­ma il traf­fi­co totale, men­tre Ahrefs sti­ma il traf­fi­co organ­i­co (cioè prove­niente da ricerche effet­tuate su Google).

    Uno dei prin­ci­pali van­tag­gi di Sim­i­lar­Web è che si può vedere da dove proviene la mag­gior parte del traf­fi­co ver­so un sito web (ad esem­pio, ricer­ca organ­i­ca, social, ecc.):

    Si può vedere, ad esem­pio, che thewirecutter.com ottiene cir­ca 2/3 del suo traf­fi­co dai motori di ricer­ca.

    Dis­porre di ques­ta infor­mazione per­me­tte di avere un van­tag­gio nell’analisi.

    Se uti­liz­zan­do Sim­i­lar­Web sco­pri che un sito riceve molto traf­fi­co dai motori di ricer­ca, a quel pun­to puoi usare Ahrefs per entrare più nel det­taglio di quel traf­fi­co e quin­di com­pren­der­lo meglio. Ren­den­do così la sti­ma totale anco­ra più vic­i­na al traf­fi­co reale.

    Per esem­pio, nel caso di thewirecutter.com, Ahrefs può mostrare come il traf­fi­co organ­i­co sia cresci­u­to negli ulti­mi 3 anni e pas­sa

    com­pren­si­vo di ognuna delle 3,1 mil­ioni di parole chi­ave per le quali si posiziona

    del­la lista di tutte le pagine che gen­er­a­no la mag­gior parte del traf­fi­co

    … e molto altro anco­ra!

    Ma bas­ta van­tar­si! 😉 Par­liamo breve­mente dei prezzi.

    Sim­i­lar­Web non pub­bli­ca infor­mazioni sui prezzi sul loro sito web. Ma questo arti­co­lo su Quo­ra indi­ca che il loro piano più eco­nom­i­co (che ti dà acces­so a soli sei mesi di dati sul traf­fi­co) costi 199 dol­lari al mese, che equiv­ale al doppio del cos­to del piano più eco­nom­i­co di Ahrefs. 

    Inoltre noi pro­poni­amo anche un peri­o­do di pro­va di 7 giorni, men­tre Sim­i­lar­Web no.

    Pri­ma di scegliere, ti con­sigliamo anche un altro paio di modi per sti­mare quan­to traf­fi­co riceve un sito web.

    Metodo 2. Cercate una pagina “fare pubblicità con noi”

    Capi­ta spes­so che i pro­pri­etari di siti web con impor­tan­ti volu­mi di traf­fi­co rice­vano richi­este di infor­mazioni da per­sone inter­es­sate a fare pub­blic­ità sui loro siti. Per questo moti­vo, molto spes­so cre­ano pag­i­na ded­i­cate dove pot­er trovare queste infor­mazioni.

    Ecco una di queste pagine pre­sa da geekwire.com:

    Ques­ta pag­i­na rac­coglie i dati sui vis­i­ta­tori uni­ci men­sili, pagine visu­al­iz­zate e alcune altre infor­mazioni utili (ad esem­pio, sta­tis­tiche legate ai canali social). Non sono sola­mente i siti più gran­di a ren­dere queste infor­mazioni pub­bliche, ma anche molti siti di medio-pic­cole dimen­sioni e alcu­ni blog­ger.

    Ma come trovare le pagine che rac­col­go­no questi dati?

    La soluzione più sem­plice è andare su Google ed effet­tuare una ricer­ca con il coman­do site segui­to dal sito e da una com­bi­nazione di parole chi­ave come “fai pub­blic­ità con noi” o anche solo “pub­blic­ità”:

    site:sito.com fai pubblicità con noi

    9 volte su 10, se esiste una pag­i­na rel­a­ti­va all’argomento, ques­ta com­par­irà tra i pri­mi risul­tati.

    Se sul­la pag­i­na ded­i­ca­ta alla pub­blic­ità non ci sono le met­riche di traf­fi­co che vuoi, puoi cer­care un link ad un “media kit”: molti siti includono i loro numeri di traf­fi­co in ques­ta sezione.

    Tut­tavia, ques­ta tat­ti­ca non sem­pre fun­ziona per tre diver­si motivi:

    1. Non tut­ti i siti web han­no una pag­i­na ded­i­ca­ta alla pub­blic­ità;
    2. Le sta­tis­tiche sul traf­fi­co si trovano altrove;
    3. I numeri non sono sem­pre aggior­nati.

    Infat­ti, se tro­vi una pag­i­na rel­a­ti­va alla pub­blic­ità con sta­tis­tiche sul traf­fi­co, è sem­pre bene con­trol­lare se sono aggior­nate.

    La mag­gior parte dei siti web seg­na l’ultima data in cui i dati sono sta­ti aggior­nati…

    esem­pio pre­so dal sito TravelFashionGirl.com

    … altri però non lo fan­no.

    Ad esem­pio, le sta­tis­tiche di traf­fi­co mostrate da geekwire.com non sono aggior­nate da almeno un anno.

    Se il sito web non ha aggior­na­to le sta­tis­tiche di traf­fi­co di recente (o sem­plice­mente non dà una data rel­a­ti­va all’ultimo aggior­na­men­to), non fidat­e­vi dei numeri; è improb­a­bile che siano accu­rati.

    Metodo 3. Chiedere!

    Se vuoi conoscere sta­tis­tiche di traf­fi­co accu­rate e aggior­nate per un sito web, la soluzione per avere dati più pre­cisi pos­si­bile è di met­ter­ti in con­tat­to con il pro­pri­etario e chieder­glielo diret­ta­mente.

    Pen­si che la mag­gior parte dei blog­ger non dia queste infor­mazioni ad un com­ple­to sconosci­u­to?

    Sbaglia­to! Potresti rimanere sor­pre­so da quan­ti blog­ger, in realtà, sono ben dis­posti a con­di­videre questi dati con col­oro che han­no un vali­do moti­vo per chieder­li.

    Soli­ta­mente si riescono ad ottenere facil­mente quan­do:

    • si è inter­es­sati ad acquistare il loro sito web.
    • si desidera fare pub­blic­ità sul loro sito;

    Ecco un esem­pio di email che ho usato in pas­sato quan­do ho cer­ca­to di sco­prire le sta­tis­tiche di traf­fi­co di alcu­ni siti di mio inter­esse:

    appro­fondi­men­to
    Non ti con­sigliamo di inviare e‑mail come ques­ta a meno che tu non sia vera­mente inten­zion­a­to a fare pub­blic­ità. È sem­pre meglio non far spre­care tem­po alle per­sone!

    Come det­to, la mag­gior parte dei blog­ger sarà felice di con­di­videre i numeri di traf­fi­co aggior­nati con veri, poten­ziali, inserzion­isti. Molti forni­ran­no anche screen­shot dei dati di Google Ana­lyt­ics come pro­va.

    Anche se questo meto­do è in gen­erale il modo più affid­abile per sco­prire le sta­tis­tiche di traf­fi­co, non è a pro­va di errore al 100%. Ecco per­ché:

    Alcu­ni blogger/webmaster fal­si­f­i­cano i numeri di traf­fi­co per vendere pub­blic­ità;

    Non tut­ti han­no instal­la­to Google Ana­lyt­ics. Molti si affi­dano a piattaforme di anal­isi meno accu­rate (ad esem­pio, plu­g­in Word­Press) per i loro dati;

    Google Ana­lyt­ics può non essere sta­to con­fig­u­ra­to cor­ret­ta­mente, il che sig­nifi­ca che i dati non sono sem­pre accu­rati. Se hai la sen­sazione che il traf­fi­co sia trop­po alto, pro­va a con­trol­lare il loro sito web per ver­i­fi­care la pre­sen­za di un codice GA dupli­ca­to. In alter­na­ti­va, chiedigli qual è la loro fre­quen­za di rim­bal­zo: una fre­quen­za di rim­bal­zo molto bas­sa spes­so è indice di un codice GA pre­sente due o più volte.

    Quin­di, anche se riesci a con­tattare il blog­ger e ottenere le sta­tis­tiche di traf­fi­co, è sem­pre meglio ver­i­fi­carne comunque l’autenticità con stru­men­ti di terze par­ti.

    Ecco ancora qualche consiglio per stimare il traffico di un sito

    Le stime di traf­fi­co sono un buon pun­to di parten­za, ma si può com­pren­dere molto sul­la popo­lar­ità di un sito web con­trol­lan­do man­ual­mente alcune cose, come ad esem­pio:

    • numero di com­men­ti sui loro post (in media);
    • numero delle visu­al­iz­zazioni video di YouTube;
    • numero di con­di­vi­sioni sui social;
    • Liv­el­li di engage­ment sulle loro pagine social (es. Face­book, Insta­gram, Twit­ter, ecc.)

    Se dai un’oc­chi­a­ta al blog Ahrefs, per esem­pio, vedrai che prati­ca­mente ogni post ha un buon numero di com­men­ti.

    La mag­gior parte dei let­tori non si pre­oc­cu­pa di las­cia­re un com­men­to, non impor­ta quan­to grande sia il con­tenu­to. Quin­di, un blog che riceve un buon numero costante di com­men­ti qua­si cer­ta­mente ricev­erà una quan­tità sig­ni­fica­ti­va di traf­fi­co.

    appro­fondi­men­to
    Con­sigliamo anche di con­trol­lare la qual­ità dei com­men­ti quan­do si uti­liz­za ques­ta strate­gia; a volte un numero ele­va­to di com­men­ti è dovu­to a spam.

    Le “con­di­vi­sioni social” pos­sono essere un’al­tra indi­cazione di traf­fi­co ele­va­to.

    Per esem­pio, se con­trol­liamo il rap­por­to Top Con­tent per ahrefs.com in Site Explor­er, pos­si­amo vedere che la mag­gior parte dei post sul blog di Ahrefs ricevono moltissime con­di­vi­sioni sui canali sociali.

    E infine, c’è YouTube.

    Tut­ti i nos­tri video su YouTube han­no migli­a­ia o addirit­tura centi­na­ia di migli­a­ia di visu­al­iz­zazioni.

    Se i nos­tri video su YouTube gen­er­a­no così tante visu­al­iz­zazioni, beh, è molto prob­a­bile che un buon numero di uten­ti vis­i­ti poi anche il nos­tro sito.

    Conclusioni

    I tool per sti­mare il traf­fi­co di un sito non sono per­fet­ti. Tut­tavia, essi offrono di gran lun­ga il modo più veloce per sti­mare il traf­fi­co di siti non pro­pri­etari.

    Se hai bisog­no di numeri pre­cisi, dovrai chiedere diret­ta­mente ai rel­a­tivi pro­pri­etari. Non c’è altro modo per sco­prir­lo! Conosci altri modi affid­abili per stimare/trovare le sta­tis­tiche di traf­fi­co di un sito web? Scriv­ice­lo nei com­men­ti!

    Tradot­to da Francesco Baj, dig­i­tal mar­keter per pas­sione e pro­fes­sione.

    Shows how many different websites are linking to this piece of content. As a general rule, the more websites link to you, the higher you rank in Google.

    Shows estimated monthly search traffic to this article according to Ahrefs data. The actual search traffic (as reported in Google Analytics) is usually 3-5 times bigger.