Gli Unici 8 Tool che Servono per Fare Link Building nel 2021 (Free e a Pagamento)

Gli Unici 8 Tool che Servono per Fare Link Building nel 2021 (Free e a Pagamento)

Avatar
Head of Content @ Ahrefs (o, in parole povere, sono la persona che fa sì che ogni articolo pubblicato sul nostro blog sia EPICO).
Article Performance
Data from Ahrefs
  • Siti linkanti

The number of websites linking to this post.

This post's estimated monthly organic search traffic.

    La link building è stata la mia passione per quasi 10 anni. Prima di lavorare a Ahrefs, ho lavorato come consulente di link building, aiutando dozzine di clienti a creare e ottenere centinaia di link.

    Quello che ho imparato in quel periodo di tempo è che non hai bisogno di dozzine di tool per fare link building. Hai bisogno solo di alcuni dei migliori.

    E nel 2021, mi son convinto che hai bisogno solo di otto tool in totale.

    Ecco quali sono questi otto tool per la link building:

    1. Ahrefs
    2. Google
    3. Hunter.io
    4. NeverBounce
    5. Buzzstream
    6. HARO
    7. URL Profiler
    8. SEO Toolbar

    Il tool preferito nel settore per ricercare link

    Diciamolo: puoi ottenere link senza Ahrefs, ma probabilmente non vorresti che fosse così. Il crawler di Ahrefs è il secondo più attivo dopo Google, ed il nostro indice backlink contiene oltre 3 trilioni di backlink attivi. Questo lo rende senza dubbio il miglior tool al mondo per ricercare backlink, un compito giornaliero cruciale per ogni link builder degno di questo nome.

    Questo è probabilmente il motivo per cui i professionisti della SEO votano Ahrefs come il loro tool preferito per fare link building, così come ha fatto il report chiamato Aira’s 2021 State of Link Building:

    La mia funzionalità unica preferita: Content Explorer

    Il Content Explorer è un database interrogabile composto da oltre 9 miliardi di pagine. È fantastico per la ricerca dei contenuti, ma è anche un’ottima fonte di potenziali link..

    Ad esempio, poniamo caso che tu stia ricercando dei potenziali link per un articolo di blog chiamato “migliori router del 2021” (o “best routers for 2021” in inglese). Una fonte di potenziali link potrebbe essere costituito dalle persone che stanno già linkando articoli simili e che non sono stati aggiornati in anni, e nessuno probabilmente vuole una lista di router non aggiornata, visto che la metà di essi non sarà nemmeno più disponibile.

    Puoi trovare articoli simili con facilità grazie al Content Explorer:

    1. Inserisci un termine come “migliori router wifi” (o “best wifi routers” in inglese)
    2. Modifica la modalità di ricerca impostandola su “Nel titolo” 
    3. Filtra in base alle pagine pubblicate prima del 2018
    4. Filtra per la lingua di tuo interesse (inglese nel nostro caso)
    5. Filtra per pagine con +10 domini referral

    Ora vedrai pagine simili alla tua, con backlink e che non vengono aggiornate dal 2017:

    Puoi facilmente scaricare i backlink di queste pagine dal Site Explorer, contattarle e suggerire a questi siti di linkare la tua risorsa nuova di zecca piuttosto che quelle non aggiornate dal 2017.

    Prezzo

    Gratuito per vedere i backlink verso il tuo sito utilizzando Ahrefs Webmaster Tools (AWT). Se devi compiere ricerche e visualizzare i backlink di altri siti oltre ad utilizzare il Content Explorer, avrai bisogno di un piano a pagamento, che parte da 82$/mese.

    La più grande fonte al mondo di potenziali link

    La maggior parte delle persone non pensa a Google come un tool per la link building, ma è uno dei migliori modi per trovare potenziali clienti. Questo in quanto ha l’indice di pagine web più grande al mondo oltre ad essere senza ombra di dubbio il miglior algoritmo di ricerca. Se riesci quindi ad utilizzarlo efficacemente, puoi trovare con semplicità molti potenziali link tematicamente attinenti gratis.

    La mia funzionalità unica preferita: Operatori di Ricerca

    Gli operatori di ricerca sono dei comandi che ti aiutano a rifinire e filtrare i risultati dei motori di ricerca. Alcuni sono unici a Google, ma non tutti (puoi utilizzare gli stessi o alcuni simili su Bing o nel Content Explorer). Ma anche quelli che non sono unici a Google sembrano funzionare molto bene qui, in quanto puoi combinarli per estrarre esattamente quello che vuoi da questo incredibilmente vasto indice.

    Ad esempio, puoi combinare intitle:, inurl:, e l’operatore OR per trovare pagine risorse pertinenti alle quali proporre il tuo link:

    [parola chiave] (intitle:risorse OR intitle:risorsa) (inurl:risorse OR inurl:risorsa)

    Puoi anche combinare intitle:, inurl:, e l’operatore - per identificare pagine relative ad autori in modo da trovare i guest blogger più prolifici del tuo settore e potenzialmente scrivere su quei siti tu stesso:

    intitle:"tim soulo” intitle:author inurl:author -ahrefs.com

    L’unico dato negativo dell’utilizzare Google per la ricerca dei link è che non esiste modo di scaricare i risultati. Puoi però aggirare il problema con un add-on di Chrome come la toolbar SEO di Ahrefs, che ha un apposito bottone per scaricare i dati della SERP.

    Prezzo

    Gratuito.

    Un potente tool per trovare indirizzi email

    Hunter.io può trovare gli indirizzi email associati ad un dominio o lo specifico indirizzo email di una persona in pochi secondi. Ad esempio, ecco quanto poco ci ha messo a trovare il mio indirizzo email @ahrefs.com:

    Secondo il nostro test non è il servizio di ricerca email più accurato, ma una funzionalità in più che compensa questo quando si tratta di fare link prospecting su larga scala: l’add-on per Google Sheets.

    La mia funzionalità unica preferita: add-on Google Sheets

    Poniamo caso che tu abbia esportato alcuni potenzialii link dal Content Explorer e li abbia importati all’interno di Google Sheets. Noterai che il file esportato include il nome dell’autore associato al contenuto (nei casi in cui riusciamo a identificarlo).

    Utilizzando add-on Sheet di Hunter, puoi trovare gli indirizzi email corrispondenti per questi prospect in un solo click:

    Non troverai l’indirizzo email di ogni prospect, ma solitamente riesce a trovarne uno per una percentuale decente del totale. Puoi poi utilizzare questi prospect come lista di partenza per testare la fattibilità della tua campagna di outreach. Se ha successo, chiedi a qualcuno di trovare per te gli indirizzi email per il resto dei prospect in modo da ottenere più link.

    Prezzo

    Gratuito fino a 25 ricerche al mese, poi da 49$ al mese.

    Servizio di verifica e pulizia delle email

    Dovresti sempre verificare la correttezza degli indirizzi email dei tuoi prospect prima di inviare loro email. Se fallisci nel farlo, l’invio della tua intera campagna potrebbe ottenere un impatto negativo dovuto ai rimbalzi. È inoltre una perdita di tempo personalizzare email che poi rimbalzeranno indietro.

    NeverBounce rende il processo di verifica delle email estremamente semplice. Basta caricare una lista di prospect e sarà in grado di dirti se ogni indirizzo email è valido, invalido, accetta tutto o è da scartare.

    Scarta automaticamente anche i doppioni, in modo che tu possa pagare per ogni indirizzo email verificato una volta sola.

    La mia funzionalità unica preferita: Integrazione con Zapier

    Tutto ruota intorno a Google Sheet quando faccio outreach, motivo per il quale l’integrazione con Zapier di Neverbounce è una benedizione. Puoi creare velocemente uno zap a più step in modo che, quando inserisci un indirizzo email all’interno di Google sheets, questo comunica con Neverbounce, verificando lo stato dell’indirizzo email e riportandolo automaticamente all’interno dello stesso Google Sheets.

    Magia, vero?

    C’è solo un lato negativo in tutto ciò: i costi. Se opti per il piano di Zapier a 49$/mese, ogni zap ti costerà poco meno di 0.025$. Questo lo rende almeno 10x più costoso di una verifica manuale.

    Fortunatamente, esiste una soluzione: crea un importer JSON all’interno di Google Apps Script per importare dati da NeverBounce tramite webhook. Può sembrare complicato, ma è davvero semplice. Scrivimi su Twitter se vuoi istruzioni su come fare ciò.

    Prezzo

    A partire da $0.003 per ogni email verificata.

    Tool per fare outreach e gestire i potenziali clienti

    Gmail è ottimo se hai in mente di inviare solo una manciata di email di outreach, ma avrai bisogno di un tool dedicato se decidi di scalare le tue email di outreach. Questo è esattamente quello in cui Buzzstream ti aiuta. Ti consente di gestire, organizzare, personalizzare, tracciare e inviare email in un unico posto. Puoi anche aggiungere utenti multipli al tuo account e assegnare loro attività da completare.

    Importa in maniera nativa anche i CSV esportati da Ahrefs:

    La mia funzionalità unica preferita: Buzzmarker

    Buzzmarker è un’estensione Chrome che ti aiuta a velocizzare il processo di prospecting dei link. Puoi utilizzarlo per trovare informazioni di contatto, aggiungere i prospect alle campagne e addirittura comporre email a partire da template mentre navighi sul web.

    Ecco un esempio per comprendere come questo possa essere utile nella pratica: poniamo caso che tu stia navigando sul web e ti trovi davanti ad una pagina risorse o un altro prospect per te interessante. Premi su Buzzmaker e vedrai in un batter d’occhio i contatti trovati sul sito web. Puoi addirittura aggiungere il prospect direttamente ad una campagna di outreach in un click:

    Hai anche l’opzione per comporre e inviare il messaggio utilizzando un template direttamente nella finestra di Buzzstream del tuo browser:

    Prezzo

    A partire da 24$/mese.

    Connette giornalisti e fonti

    Spesso i giornalisti hanno bisogno di informazioni, consigli o opinioni dagli esperti del settore per i loro articoli. HARO (Help A Reporter Out) risolve il problema connettendo i giornalisti con gli esperti del settore attraverso email giornaliere.

    Ecco come funziona in breve:

    1. I giornalisti inviano le richieste di fonti ad HARO
    2. HARO invia tre email al giorno ai suoi 800,000+ utenti con queste richieste di fonti.
    3. Gli utenti di HARO si propongo alle richieste pertinenti per ottenere copertura mediatica (e solitamente backlink).

    Ad esempio, ecco una recente richiesta di Realtor.com (DR 91) che cerca “alcuni trucchi IKEA da parte di interior designer” per un roundup:

    Se invii un consiglio e viene scelto e poi incluso, solitamente ottieni una menzione e un backlink dal sito web.

    PRO TIP

    Vale la pena analizzare la policy per i link esterni del sito web in questione prima di inviare le informazioni, in quanto non tutti i siti linkano alle risorse. Puoi farlo analizzando alcuni dei loro articoli più recenti e verificando se siano presenti o meno link esterni.

    La mia funzionalità unica preferita: Keyword alerts

    HARO divide le sue richieste in diverse categorie, e puoi quindi iscriverti solo a quelle di tuo interesse. Il problema è che tali categorie sono piuttosto ampie:

    Ad esempio, le richieste all’interno di “Business and Finance” coprono diverse tematiche, da Bitcoin passando alle carte di credito fino ad arrivare alla SEO.

    HARO risolve il problema con i suoi piani a pagamento, che ti consentono di filtrare le opportunità per parole chiave:

    Ma la realtà dei fatti è che puoi ottenere un risultato simile utilizzando i filtri gratuiti messi a disposizione di Gmail.

    Ecco come impostarli:

    Prezzo

    Gratuito, con piani a pagamento che partono da 19$ al mese.

    Metriche SEO in blocco ed estrazione dati

    URL Profiler è un potente tool che ti consente di estrarre un’ampia varietà di metriche e dati associati alle URL. Basta incollare le URL, spuntare le box dei dati che vuoi estrarre e premere “go”.

    La mia funzionalità unica preferita: Contact scraping

    Prima ho spiegato come il Content Explorer estragga automaticamente i nomi degli autori dove possibile, funzione particolarmente utile quando si fa prospecting, specialmente se combinata con Hunter e NeverBounce. Se puoi però estrarre dati da altre fonti, non avrai queste informazioni.

    E questo è dove URL Profiler torna utile. Se spunti la box “readability”, questo prova ad estrarre l’autore del contenuto dalla lista di URL fornite:

    Non è un sistema perfetto, anzi, ma è ottimo per arricchire i link prospect ottenuti dal Site Explorer o da Google e che non hanno i nomi degli autori.

    URL Profile è anche una delle nostre applicazioni partner, e puoi quindi utilizzare le quote di dati messe a tua disposizione nella tua sottoscrizione per estrarre le metriche di Ahrefs per migliaia di URL in un colpo solo. Questo è utile quando hai trovato la tua lista di link prospect con ad esempio Google o un altro tool che non contiene dati e metriche SEO.

    Prezzo

    Gratuito per 14 giorni, poi 19.95$ al mese.

    Un assistente SEO a portata di mano per il tuo browser

    La Toolbar SEO è un’estensione per Chrome e Firefox. Tecnicamente è parte di Ahrefs. La menziono qui in separata sede in quanto ha delle funzionalità completamente gratuite che sono super utili per fare prospecting dei link.

    La mia funzionalità unica preferita: Evidenziatore di link interni e rotti

    Nessuna di queste funzionalità è completamente unica. Molte estensioni SEO per i browser fanno entrambe le cose, ma devo ancora trovarne una che evidenzi i link rotti e quelli interni nello stesso momento.

    Questa combinazione è particolarmente utile quando si fa prospecting per una pagina risorse, in quanto un’opportunità ideale per guadagnarsi un link ha due caratteristiche:

    1. Linka a una URL esterna. Non ha senso proporre un contenuto ad una pagina risorse che linka solo a risorse interne.
    2. Ha dei link rotti. Questo ti fornisce extra valore da includere nella tua proposta quando invii la mail di outreach.

    Ad esempio, poniamo caso di avere questa pagina risorse all’interno della nostra lista di potenziali prospect per i link. Utilizzando la Toolbar SEO di Ahrefs, possiamo evidenziare i link interni e quelli rotti in pochi click:

    Ora possiamo vedere che la pagina linka a molte risorse esterne (in quanto la maggior parte dei link non sono evidenziati) ed è presente almeno un link rotto. Questo rende semplice identificare dei buoni prospect e creare delle email di outreach personalizzate e pertinenti come questa qui:

    Prezzo

    Gratuito, anche se mostra informazioni aggiuntive per i clienti Ahrefs.

    Conclusione

    I tool per la link building rendono la vita più semplice. Anche se è possibile ottenere link senza di essi, non lo consiglio, in quanto anche la velocità e l’efficienza contano. Più ci metti a ottenere link, più ci metterai a posizionarti.

    Se vuoi scoprire di più su come scalare i tuoi sforzi nella link building, queste risorse possono darti una mano:

    Batti un colpo su Twitter se hai delle domande.

    Article Performance
    Data from Ahrefs
    • Siti linkanti

    The number of websites linking to this post.

    This post's estimated monthly organic search traffic.