Introducing Ahrefs Webmaster Tools. Free SEO audits, backlink, and keyword data. Learn more →

Enjoyed the Read?

Don’t miss our next article!

5 Tipologie Vincenti di Content Marketing per Crescere il Tuo Business

Avatar
Marketing @Ahrefs. Leggo, pratico breakdance e mi piace fare ogni giorno nuove esperienze di vita.
    Il content marketing è semplice. Devi solo creare contenuti pensati per attrarre il tuo pubblico ideale e trasformarlo in clienti.

    Ci sono molti modi per farlo.

    Ecco alcune tipologie famose di content marketing:

    • Blog
    • Video marketing
    • Podcast
    • Email marketing
    • Webinar
    • Casi studio
    • Presentazioni
    • eBook
    • White paper

    E la lista potrebbe continuare.

    E’ possibile farli tutti? Probabilmente no. Molti brand semplicemente non ne hanno le risorse.

    Quindi su quale formato conviene concentrarci?

    La risposta a questa domanda è diversa per ognuno. In questo articolo, non parlerò di ogni tattica di content marketing. Andrò ad analizzare solo le tipologie di content marketing che hanno funzionato per noi e ci hanno aiutato a crescere il nostro traffico e fatturato.

    E sono:

    1. Blog
    2. Video marketing
    3. Podcast
    4. Strumenti gratuiti
    5. Corsi online

    Curare il blog è il formato che abbiamo usato più a lungo per portare maggior traffico al nostro sito ed avere più clienti.

    Il nostro primo obiettivo del blog è posizionarci in alto su Google per argomenti rilevanti del nostro business ed acquisire traffico organico passivo.

    E fino ad ora è andata molto bene:

    01 ahrefs blog traffic

    Traffico organico mensile stimato del Blog Ahrefs, da Site Explorer di Ahrefs.

    Ecco come abbiamo fatto.

    Passo 1. Trovare argomenti vincenti

    Se vuoi avere traffico organico, devi avere come obiettivo degli argomenti che le persone stanno cercando.

    Il modo più facile di trovarli è grazie all’uso di uno strumento di ricerca parole chiave. Inserisci un argomento rilevante in uno strumento gratuito per parole chiave come il Generatore Parole Chiave di Ahrefs, poi seleziona il report “Domande”. Ti mostrerà le domande rilevanti che le persone stanno cercando, ed il loro volume di ricerca mensile stimato.

    keyword ideas cars

    Guarda nell’elenco e segnati ogni argomento rilevante.

    Assicurati di non essere attratto dal volume di ricerca. Devi scegliere argomenti che i tuoi clienti potenziali stanno probabilmente cercando.

    Per esempio, ipotizziamo che tu venda vetture utilitarie economiche. Posizionarsi per “qual è l’auto più veloce del mondo” probabilmente non ti farà avere molti clienti.

    Lettura raccomandata: Come Fare la Ricerca Parole Chiave per la SEO — La Guida di Ahrefs

    Passo 2. Creare la giusta tipologia di contenuti

    Per avere le migliori opportunità di posizionamento, dovresti creare il tipo di contenuti che chi cerca vuole vedere.

    Ipotizziamo che tu voglia posizionarti per “come risparmiare sull’assicurazione dell’auto”. Il tuo istinto probabilmente ti suggerisce di scrivere una guida passo-passo. Dopo tutto, la query inizia con “come”, e quindi sembra che è ciò che le persone vogliono, giusto?

    Non è così semplice. Se guardi ai risultati in cima alla classifica per questa query, sono soprattutto liste di suggerimenti.

    how to lower car insurance serps

    Se ti chiedi come mai questo è importante, è perché Google lavora duramente per trovare i migliori risultati per la maggior parte delle persone. E quindi, i risultati in cima alla classifica sono spesso una buona rappresentazione di ciò che le persone vogliono.

    E quando si tratta di articoli di blog, sono spesso raggruppati in una di queste 4 tipologie:

    • Elenchi
    • Guide passo-passo
    • Guide per principianti
    • Definizioni espanse

    Impara come affrontare ogni tipologia di articolo di blog con questo articolo.

    Passo 3. Promuovi l’articolo del blog

    Uno dei più grandi miti di Internet è “se tu lo fai, loro verranno”.

    Posto che oltre 5 milioni di articoli blog sono pubblicati giornalmente, nessuno troverà il tuo articolo del blog a meno che tu lo metta di fronte al tuo pubblico.

    Il lavoro non termina quando clicchi “pubblica”. Devi anche promuovere il tuo contenuto.

    Segui questo elenco di promozione dei contenuti per avere maggiori occhi sopra i tuoi contenuti:

    https://www.youtube.com/watch?v=PoVYweKH4ck

    Pubblichiamo video su YouTube dal 2015. E da allora abbiamo ottenuto oltre 6,4 milioni di visite ed accumulato oltre 140.000 iscritti.

    02 youtube channel stats

    Non siamo solamente stati in grado di entrare nel pubblico di 2 miliardi di utenti di YouTube, ma il video marketing ci ha permesso di dimostrare meglio i nostri prodotti ed idee rispetto a ciò che le parole potessero mai fare.

    E ci ha aiutati ad avere sempre maggiori iscritti da YouTube.

    03 youtube registrations

    Numero di persone che ha indicato di aver appreso di Ahrefs da YouTube.

    Quindi, come abbiamo fatto?

    Passo 1. Trova argomenti che le persone stanno cercando su YouTube

    Se stai iniziando su YouTube, non hai iscritti ai quali promuovere i tuoi video.

    La soluzione? Posizionare i tuoi video per argomenti che le persone stanno cercando.

    Per trovare questi argomenti, inserisci una parola chiave rilevante nel nostro strumento gratuito parole chiave YouTube. Ti mostrerà fino a 150 idee di parole chiave e il loro volume mensile stimato.

    youtube keyword tool

    Osserva la lista e annota gli argomenti che sono rilevanti per il tuo canale.

    Lettura raccomandata: Come Cercare le Parole Chiave per YouTube in 3 Facili Passi

    Passo 2. Crea video ottimizzati

    Anche se sei posizionato al #1 per ogni parola chiave, nessuno vedrà i tuoi video se sono noiosi e non coinvolgenti.

    Un metodo semplice per sistemare questo problema è creare lo script dei tuoi video prima di registrarli. Questo aiuta a tenere i video concisi, e prevenire di andare per la tangente.

    Oltre a questo, un buon edit può aiutarti a rendere interessanti i tuoi video.

    https://www.youtube.com/watch?v=j5EOWffq-gk

    Lettura raccomandata: YouTube SEO: Guida completa al Posizionamento dei tuoi Video

    Passo 3. Aumentare le visite ai tuoi video

    Posizionarsi su YouTube è ottimo, ma non è l’unico modo per ottenere maggiori visite.

    Impara ad avere maggiori visite su YouTube con questo video:

    https://www.youtube.com/watch?v=iwkUlTl2Iow

    Ci sono 2 modi per usare i podcast per il content marketing:

    1. Iniziare con il tuo podcast;
    2. Essere intervistato in un podcast di qualcun’altro.

    Anche se iniziare il proprio podcast è ottimo per il brand e per la costruzione di un pubblico, potrebbe metterci un po’ per ottenere risultati.

    Quindi, invece di pensare subito a creare un podcast, perché non apparire prima in qualche podcast e decidere se il formato ti piace? Detto che oggi ci sono oltre un milione di podcast, è pieno di opportunità per essere intervistato.

    E questo è quello che Tim, il nostro Chief Marketing Officer, ha fatto. Nel 2019, si è posto l’obiettivo di partecipare il oltre 20 podcast, e ci è riuscito in soli 4 mesi.

    spi tim soulo

    Partecipazione di Tim nel podcast Smart Passive Income di Pat Flynn

    Questo ci ha fatto ottenere un numero decente di iscrizioni:

    04 podcast registrations

    Come ha fatto Tim?

    Passo 1. Trova opportunità nei podcast

    Il modo più semplice di farlo è usare Google. Cerca semplicemente per migliori podcast [tua nicchia], ed otterrai tantissimi elenchi curati:

    top business podcasts Google Search

    Tuttavia, alcuni di questi podcast sono famosissimi. Se sei nuovo nei podcast, il tuo primo podcast non sarà probabilmente Joe Rogan Experience.

    Quindi, un modo migliore è identificare qualcuno di un calibro simile nel tuo settore che è stato un ospite in vari podcast. Per esempio, Laura Roeder, la fondatrice di MeetEdgar, è qualcuno nel nostro settore che ha partecipato in vari podcast.

    Per scoprire i podcast dove ha partecipato, incolliamo il suo sito su Site Explorer di Ahrefs, vai nel report Backlink, e scrivi il suo nome nella casella “Includi”. Ora, i link nella colonna “Pagine referring” sono praticamente tutti podcast.

    05 laura roeder podcast

    Passo 2. Presentati come un ospite

    Dopo aver identificato i podcast dove vuoi partecipare, il prossimo passo è presentarti come un ospite.

    Ma prima di entrare in contatto con l’autore, assicurati di ascoltare alcuni episodi del podcast. Non solo ti aiuterà nella personalizzazione delle email, ma sarai anche in grado di inserire alcuni argomenti basati sugli episodi trascorsi.

    Lettura raccomandata: 12 cose che ho imparato partecipando a 20+ podcast in 4 mesi

    Hai deciso che vuoi iniziare il tuo podcast?

    Ecco alcune risorse che possono aiutarti:

    In Ahrefs siamo dei sostenitori della pubblicazione di strumenti gratuiti nella strategia di content marketing.

    Strumenti come il nostro backlink checker gratuito ci permette di mostrare le capacità del nostro prodotto. Mentre è già utile per conto suo, fornisce anche ai clienti potenziali un assaggio di cosa potrebbero avere quando si iscriveranno al nostro servizio.

    backlink checker

    Risultati dal nostro backlink checker gratuito

    Inoltre, è posizionato per tantissime parole chiave rilevanti, inviandoci molto traffico organico passivo:

    06 backlink checker traffic

    Infatti, il nostro strumento gratuito ci rende quasi 200.000 visite organiche al mese:

    07 free tools traffic

    Forte, no?

    Ecco come fare.

    Passo 1. Trova le opportunità per creare uno strumento gratuito

    Così come per il marketing blog e video, non è interessante creare strumenti gratuiti a caso. Devi essere sicuro che le persone stiano cercando questi strumenti che tu vuoi creare così potranno posizionarsi in alto su Google ed ottenere traffico organico.

    Per farlo, puoi usare Keywords Explorer di Ahrefs.

    Ipotizziamo tu abbia un sito web di automobili, e vuoi creare uno strumento gratuito. Inserisci una parola chiave generica come “automobili” nel Keywords Explorer di Ahrefs e vai al report Corrispondenza frase.

    Poi, nel riquadro “Includi”, aggiungi termini come “calcolatore”, “strumento”, e “controllore”. Scegli “Ogni parola” e clicca “Applica”.

    Screenshot 2020 06 25 at 20.06.29

    Puoi vedere alcuni argomenti interessanti come “calcolatore rata auto”, “calcolatore finanziario auto”, e “calcolatore leasing auto”. Potrebbero essere ottime opzioni per la creazione di uno strumento gratuito.

    08 car loan calculator

    Passo 2. Creare lo strumento gratuito

    Con le opportunità che hai trovato, è venuto il momento di creare uno strumento gratuito.

    Ma prima di farlo, assicurati di aver controllato i risultati in cima alla classifica per le tue parole chiave obiettivo. Guarda ai loro problemi. Chiediti:

    • Cosa stanno facendo bene?
    • Cosa potrebbe essere migliorato?

    Poi, usa ciò che hai imparato e fai qualcosa di simile, ma migliorato.

    Passo 3. Crea i link

    Il tuo strumento gratuito non si posizionerà da solo. Siccome c’è una correlazione positiva tra i link e il posizionamento, dovrai ottenere link al tuo nuovo strumento gratuito.

    Il modo migliore di farlo è contattare chi sta linkando strumenti simili ma inferiori.

    Ad esempio, ipotizziamo tu abbia creato un calcolatore gratuito di rata prestito auto. Dovresti aver controllato le pagine in cima alla classifica nel passo precedente, identificato cosa non andava bene in esse, e sistemare questi problemi con il tuo strumento.

    Ora puoi contattare le persone che avevano link a quegli strumenti, fargli sapere che i tuoi strumenti esistono, e spiegare perché sono migliori di quelli che ai quali forniscono i link.

    E’ comunemente chiata la Tecnica del Grattacielo.

    Per trovare le persone che hanno dei link a questi strumenti, incolla i loro URL nel Site Explorer di Ahrefs, e vai nel report Backlink.

    backlinks car loan calculator

    Guarda nella lista, trova opportunità rilevanti, trova le loro email, poi contattali ed introduci il tuo nuovo strumento.

    Lettura consigliata: Come Eseguire la Tecnica del Grattacielo (ed Ottenere Risultati)

    Ognuno può creare un corso online.

    Ad esempio, in Ahrefs, abbiamo una accademia dove i potenziali clienti possono vedere ognuno dei nostri corsi gratuiti:

    ahrefs academy

    Questo ci ha portato ad un discreto numero di iscrizioni:

    09 blogging for business registrations

    Ecco come lo abbiamo fatto.

    Passo 1. Scegli il problema da risolvere

    Creare un corso è un gran lavoro. Ha preso a Tim circa 1 anno per completare il corso fare Blog per il Business, dall’ideazione, alla stesura e registrazione, fino alla promozione.

    Nota a margine.
    Non ha lavorato a tempo pieno al corso. Lo ha fatto mentre gestiva anche altri aspetti del lavoro.

    Quindi, prima che tu vada direttamente alla fine, dovresti pensare a quale problema vuoi risolvere. E dovrebbe essere qualcosa che il tuo prodotto o servizio aiuta a risolvere. In questo modo, puoi promuovere la tua attività attraverso il corso.

    Per esempio, creare Fare Blog per il Business è stato intuitivo per Tim. Non solamente ha moltissima esperienza, conoscenza e successi nel fare blog, ma era anche un argomento dove poteva parlare naturalmente di Ahrefs come soluzione.

    10 tim soulo credentials

    Passo 2. Crea il corso

    Il 90% delle persone che si iscrivono ad un corso online non lo completano. E questo numero potrebbe essere ancora maggiore per i corsi gratuiti perché le persone generalmente valutano di meno i contenuti gratuiti.

    E’ importante capire questa nozione così puoi impostare un corso che sia “coinvolgente”.

    E’ stata la ragione per la quale Tim si è focalizzato così tanto nella qualità del prodotto e nella qualità delle spiegazioni. Molti corsi gratuiti sono filmati presi dai monitor o da primi piani. Ma ogni lezione in Fare Blog per il Business è animata in modo professionale:

    https://www.youtube.com/watch?v=QLy5mVV__As

    E’ sicuramente un motivo per il quale le persone lo trovano così “imperdibile”:

    Ora, insegnarti a creare un corso online non è l’obiettivo di questo articolo, quindi ti lascerò con qualche risorsa qui sotto per approfondimenti.

    Step 3. Promuovi il corso

    Promuovere un corso online è del tutto simile a promuovere un articolo del blog. Puoi promuoverlo al tuo pubblico esistente o in piattaforme dove il tuo pubblico si ritrova (e.s., Product Hunt):

    product hunt blogging for business

    Fare Blog per il Business su Product Hunt

    Puoi anche promuovere il corso con l’offerta di “bonus”. Per esempio, quando abbiamo lanciato per la prima volta Fare Blog per il Business, abbiamo offerto 2 bonus principali:

    • Prova gratuita 14 giorni. Se sei nuovo su Ahrefs, devi registrarti per la nostra prova 7 giorni a $7. Ma come parte del lancio di Fare Blog per il Business, abbiamo regalato 14 giorni di accesso gratuito su Ahrefs a qualsiasi persona si fosse registrata per il corso.
    • Community Slack. Abbiamo anche creato una community su Slack dove i partecipanti al corso potevano chiedere a Tim qualsiasi domanda sul corso (o in generale nel marketing).

    Come fai a sapere qual’è un buon bonus da regalare?

    Il metodo per scegliere un buon bonus è regalare qualcosa che sia abbastanza di valore da essere venduto come prodotto o servizio a sé stante. Per esempio, per avere accesso ad Ahrefs, dovresti essere tipicamente un cliente pagante. Ma, per il periodo del corso, lo puoi usare gratuitamente. E questo è di valore.

    Allo stesso modo, se vuoi che Tim ti dia una consulenza, dovresti probabilmente pagarlo per il suo tempo. Ma come parte del corso, puoi chiedergli qualsiasi domanda legata al marketing. Di nuovo, è un grande valore.

    Che tipo di content marketing dovresti usare?

    La creazione di contenuti prende molto tempo ed impegno. Quindi, all’inizio, dovresti focalizzare i tuoi impegni in un solo tipo di contenuti.

    Il mio suggerimento potrebbe essere di iniziare sia con il blogging, con il video marketing o podcast. Strumenti gratuiti e corsi online hanno una barriera all’ingresso molto più grande.

    Ma tra queste tre opzioni, quali dovresti scegliere?

    Primo, devi pensare a quale tipo di contenuto piace al tuo pubblico. Per esempio, molte persone nella nicchia SEO sono abituati a leggere articoli di blog. Ecco perché abbiamo iniziato a curare il blog. Se sei un professionista del fitness che vuole insegnare alle persone come fare esercizi a casa, allora dovresti iniziare a creare dei video.

    Secondo, dovresti pensare dove sono le tue abilità. Per esempio, ad alcune persone viene più semplice parlare che scrivere. Se questo è il caso, i podcast sono un ottimo punto di partenza.

    Dopo aver deciso, mantieni questo formato fino a che trovi un buon processo per creare quel tipo di contenuti in modo consistente. Solamente dopo dovresti passare ad un nuovo formato.

    Di nuovo, questo è ciò che noi abbiamo fatto. Questi tutti i nostri sforzi sono stati nel blog fino al 2018 quando abbiamo assunto Sam per il nostro canale YouTube. E Tim non ha iniziato le sue apparizioni nei podcast fino a che ha delegato il blog e YouTube a Josh e Sam.

    Ora, anche quando deciderai di muoverti nel nuovo formato, non devi sempre iniziare dall’inizio. Puoi anche riproporre i contenuti dai formati che stai già utilizzando.

    In Ahrefs lo facciamo sempre. Per esempio, abbiamo portato il nostro video sul marketing dell’affiliazione in un articolo sul blog.

    Affiliate Marketing for Beginners Complete Tutorial for 2020 YouTube and Affiliate Marketing for Beginners 7 Steps to Success

    A sinistra: il nostro video sul marketing dell’affiliazione. Alla destra: il nostro articolo sul marketing dell’affiliazione.

    Conclusioni

    Si spera che questo articolo ti abbia sbloccato nella scelta del tipo di content marketing da produrre.

    Vuoi imparare a creare una strategia di content marketing di successo? Leggi questo articolo.

    Domande o commenti? Mi trovi su Twitter.

    Traduro by  Mauro Marinello