Il Ruolo del SEO Manager e Le Sue Competenze

Il Ruolo del SEO Manager e Le Sue Competenze

Avatar
Marketer e scrittore di contenuti ad Ahrefs. Appassionato di SEO, aviazione, profumi, sushi e tacos.
Article Performance
  • Siti linkanti
    2

The number of websites linking to this post.

This post's estimated monthly organic search traffic.

    La SEO è uno dei settori più multidisciplinari in assoluto. Infatti si intreccia con molte altre settori: canali di marketing, prodotto e sviluppo. Coloro che si occupano di SEO, devono far funzionare la propria strategia per fare in modo che si allinei con quella più generale di marketing e con gli obiettivi aziendali.

    Ma cosa fa quotidianamente un SEO manager? Quali sono le abilità più importanti di cui hai bisogno per diventarlo? E quanto puoi aspettarti di guadagnare? Ecco per te le risposte.

    Ho scritto ad alcuni dei miei contatti su Twitter e LinkedIn che nelle loro biografie hanno il titolo di SEO manager. Ringrazio le seguenti persone che mi hanno aiutato a mettere insieme questo articolo:

    Vediamo cosa ho scoperto.

    Cosa fa ogni giorno un SEO manager?

    Se stai cercando un lavoro diversificato, hai vinto la lotteria. Quando ho fatto questa domanda alle persone che ho contattato, ho ricevuto un lungo elenco di attività e ho scoperto che per i SEO manager ogni giorno è diverso dal precedente e dal successivo.

    L’agenda giornaliera dipende dall’essere interno all’azienda, e quindi lavorare solo per un’azienda, o dal lavorare per un’agenzia che gestisce più clienti. In generale, ci si aspetta più lavoro tattico se si è interni a un’azienda e più pianificazione strategica se si lavora in agenzia.

    Ho diviso le attività quotidiane in quattro categorie per dare un senso a tutto. Iniziamo…

    Management

    Ok, lo so. I SEO manager gestiscono cose e persone. Nelle aziende più piccole, i responsabili SEO sono spesso responsabili dell’intero dipartimento SEO e riferiscono direttamente a un CMO. Nei team di marketing più grandi, nel mezzo può esserci un capo della SEO.

    Il termine management può essere abbastanza vago quindi ho stilato un elenco di attività manageriali che puoi aspettarti in questo ruolo:

    • Partecipazione a riunioni con clienti e membri del team;
    • Coordinamento dei compiti del team e gestione delle domande e dei problemi;
    • Educazione, formazione e motivazione del team;
    • Lavoro con tutte le parti interessate;
    • Creazione di presentazioni per nuovi potenziali clienti (se sei in un’agenzia)

    Strategia

    Una strategia SEO è come un piano di battaglia che guida tutti gli sforzi relativi alla SEO per permettere a un sito di ottenere la massima visibilità sui motori di ricerca. Come parte della strategia, i manager pianificano varie campagne SEO e si assicurano che vengano eseguite correttamente. I SEO manager si assicurano inoltre che tutti questi sforzi siano parte integrante di un più ampio piano di marketing.

    Tattiche

    Le tattiche sono il modo in cui si esegue una strategia per avere successo. Si tratta di tutte le tattiche SEO, i trucchi, gli sforzi, le attività e tutto ciò che devi mettere in piedi per portare a termine la tua strategia.

    In generale puoi fare migliaia di cose diverse nell’ambito della SEO ma di solito un manager SEO viene coinvolto in attività tattiche avanzate che chi lavora in questo settore può fare meglio di altri team. Oppure viene coinvolto per analizzare il lavoro di altri, per esempio piani di editoriali, modifiche tecniche proposte da altri team e così via.

    La parte tattica del lavoro di un SEO manager dipende dalle risorse disponibili per la parte SEO pianificata. Se il manager ha un piccolo team, probabilmente si impegnerà in un lavoro SEO pratico più spesso rispetto a chi, magari, gestisce un team di 10 specialisti SEO.

    Reportistica

    Quando dico reportistica, la maggior parte di noi probabilmente associa questo termine alle presentazioni dei risultati SEO (o alle dashboard di Google Data Studio per chi è più alla moda):

    Di solito questi report vengono creati una volta al mese per segnalare cosa è cambiato, migliorato o peggiorato. Questo è ben lontano dall’essere un compito quotidiano ma se lavori in un’agenzia con molti clienti, il processo di creazione del report potrebbe anche essere un’attività frequente.

    Un discorso a parte merita la reportistica ad hoc. Non si tratta necessariamente di parlare con i clienti o altri team ma di fare il punto della situazione internamente o controllare i tuoi stessi progressi. Due dei SEO manager che ho contattato hanno effettivamente menzionato di controllare i report su base giornaliera.

    Nello specifico il controllo del posizionamento organico è stato menzionato più spesso tra i parametri da controllare:

    Screenshot dal Rank Tracker di Ahrefs.

    Seguito dal controllo delle menzioni del brand sul Web:

    Screenshot preso da Ahrefs Alerts.

    Quali sono le competenze più importanti per un SEO manager?

    Questa è la seconda domanda che ho posto alle persone con cui ho parlato. Naturalmente, una solida esperienza e competenze SEO sono un dato di fatto, quindi le competenze trasversali sono state le più menzionate. Ho messo insieme alcune delle risposte e ottenuto le seguenti cinque competenze principali di cui si ha bisogno per diventare un ottimo SEO manager:

    Abilità comunicative

    Questa competenza è stata quella più citata. Infatti molte delle attività quotidiane sopra menzionate ruotano attorno alla comunicazione.

    Ecco cosa si intende per abilità comunicative nella SEO:

    • Avere la capacità di trasmettere concetti SEO complessi utilizzando un linguaggio semplice che anche i non SEO possono capire;
    • Assegnare le attività in modo che tutti sappiano cosa devono fare e lo scopo della loro attività;
    • Essere in grado di condividere feedback in modo costruttivo;
    • Essere empatici verso i membri del team;
    • Possedere capacità di negoziazione e saper “vendere” il valore della SEO a tutti gli stakeholder.

    Mentalità basata sui dati e pensiero critico

    Concordo al 100% con Abby:

    Avere un’affinità o almeno un interesse per i dati è fondamentale per qualsiasi ruolo di marketing. 

    Questo è particolarmente vero in SEO. Non puoi fare molto senza sapere quali dati guardare, cosa significano e cosa farne. E questo è anche in gran parte correlato al pensiero critico.

    Sulla base della mia esperienza nell’intervistare molti esperti di marketing, queste sono abilità su cui la maggior parte dovrebbe lavorare. Per essere un ottimo SEO manager, devi sapere come utilizzare Google Analytics, Search Console, un tool SEO comprensivo di tutto come Ahrefs ed essere in grado di creare report SEO usando i dati estratti da questi strumenti.

    Curiosità e apprendimento costante

    I principi di base della SEO sono rimasti gli stessi nel corso degli anni ma Google tiene tutti occupati con gli aggiornamenti e le modifiche dell’algoritmo e della SERP. Nel frattempo, gli strumenti SEO continuano a rilasciare nuove funzionalità e i SEO più intelligenti trovano sempre soluzioni migliori a problemi comuni.

    L’apprendimento costante e la curiosità sono due elementi fondamentali insieme ad un altro: la consapevolezza che anche le tue idee potrebbero fallire. Non ci sono garanzie nella SEO e avrai ampie opportunità di imparare dai tuoi errori. E ricorda: anche i fallimenti del tuo team fanno parte delle tue responsabilità.

    Capacità di gestione del tempo, definizione delle priorità e capacità di delegare

    Anche se non sei un manager, probabilmente sai cosa vuol dire essere sommersi da messaggi, scadenze e incontri senza fine. Questa è la tua opportunità per creare un sistema efficiente e dare un senso al caos.

    Non solo le cose diventano più caotiche man mano che avanzi nella tua carriera ma diventi anche responsabile se questo caos si trasferisce alle altre persone. Per questo devi fare in modo che le cose funzionino per te e non contro di te gestendo bene il tempo, dando priorità alle attività importanti e delegando il lavoro ad altri.

    Competenze tecniche

    Come professionista SEO, potresti farla franca conoscendo solo le basi della SEO tecnica se queste non sono sotto la tua diretta responsabilità. Ma qualsiasi manager SEO dovrebbe andare oltre le basi, poiché spesso sono proprio queste figure professionali ad approvare le modifiche tecniche SEO e a comunicare con gli sviluppatori.

    Avere una conoscenza base dell’HTML dovrebbe essere scontato a tutti i livelli quando si lavora nella SEO. Ecco inoltre una serie di competenze più tecniche che possono tornare utili:

    Quanto guadagnano i SEO manager?

    Siamo arrivati alla parte finale: i soldi. È chiaro che non puoi diventare un SEO manager subito dopo aver finito il tuo primo corso SEO dal momento che questa professione richiede tante competenze ed esperienza, che sono anche indicatori di un lavoro potenzialmente molto redditizio. 

    Negli Stati Uniti, lo stipendio medio dei manager SEO basato su diverse risorse di lavoro e risorse umane è di circa 75.000 $ l’anno. Tuttavia, i candidati migliori possono aspettarsi almeno 100.000 $ l’anno (ho dedotto questa cifra dopo aver parlato con diversi SEO statunitensi e aver esaminato molti annunci di lavoro.) Nelle aziende più popolari si può guadagnare anche di più. 

    Nel Regno Unito, la compensazione media sembra essere di circa 40.000 £ (~55.000 $). Gli stipendi SEO nel Regno Unito non sono (ancora) così attraenti, quindi posso solo incoraggiarti a chiedere di più per fare in modo che le cose cambino. Naturalmente, aspettati grandi discrepanze tra Londra e il resto del Paese.

    Poiché questo è un lavoro adatto per il lavoro a distanza al 100%, ho anche guardato gli annunci per lavoro da remoto. In questo caso si parte da 40.000 $ l’anno ma si possono superare anche i 100.000 $. I migliori candidati possono ottenere stipendi negli Stati Uniti indipendentemente da dove si trovano.

    Conclusioni

    Lavorare come SEO manager è interessante. Tuttavia, non abbiamo menzionato ciò che viene dopo. In molte aziende, i ruoli SEO non vanno oltre questo livello ma il traguardo può essere un manager che diventa il capo o il direttore della SEO.

    Ogni SEO dovrebbe ampliare i propri orizzonti e concentrarsi sul marketing nel suo complesso per fare carriera e diventare un CMO. Quindi questa è un’abilità in più su cui dovresti concentrarti (oltre alle prime cinque menzionate nell’articolo).

    Ancora una volta grazie ad Abby, Sugan, John e Axel per aver condiviso le loro informazioni ed esperienze.

    Hai domande? Contattami su Twitter.

    Exported with Wordable
    Article Performance
    • Siti linkanti
      2

    The number of websites linking to this post.

    This post's estimated monthly organic search traffic.