Enjoyed the Read?

Don’t miss our next article!

Le basi dell’affiliate marketing: 7 passi verso il successo

Avatar
Marketing @Ahrefs. Leggo, pratico breakdance e mi piace fare ogni giorno nuove esperienze di vita.
    Sei interessato a buttarti nell’industria milionaria dell’affiliate marketing? Questa guida ti aiuterà a iniziare.

    Secondo Statista, entro il 2022 la spesa delle aziende nell’affiliate marketing raggiungerà gli 8,2 miliardi di dollari (pari a circa 7,4 miliardi di euro).

    Se inizi oggi ti troverai in una posizione privilegiata per trarre vantaggio da questa situazione.

    In questa guida imparerai come iniziare con l’affiliate marketing in sette passi:

    1. Scegli una piattaforma
    2. Scegli una nicchia
    3. Trova i programmi di affiliazione a cui iscriverti
    4. Crea contenuti di valore
    5. Indirizza il traffico verso il tuo sito affiliato
    6. Ottieni clic sui link di affiliazione
    7. Converti i clic in vendite

    Ma, prima di tutto, facciamo un breve riepilogo delle basi.

    https://www.youtube.com/watch?v=W‑nbsnXtSZI

    Si fa affiliate marketing quando si promuovono prodotti di altre aziende. Se qualcuno li compra tramite il tuo link di affiliazione, ottieni una commissione.

    Quando diventi affiliato, ti trasformi in venditore per un’azienda non tua. Aiuti quest’altra azienda a finalizzare una vendita e l’azienda ti ricompensa

    L’aspetto migliore dell’affiliate marketing è che è scalabile. Di solito chi vende lo fa con i prodotti di una sola azienda: come affiliato, invece, puoi promuovere i prodotti di molte aziende diverse e guadagnare le commissioni da tutte.

    Il merchant attribuisce a ogni affiliato un link unico, per poter tener traccia di chi ha realizzato la vendita. I link di affiliazione normalmente sono fatti così:

    1 affiliate link

    Quando qualcuno fa clic sul link, sul dispositivo da cui naviga viene salvato un piccolo file detto cookie.

    I cookie di affiliazione hanno due caratteristiche:

    1. aiutano il merchant ad attribuire la vendita all’affiliato giusto
    2. (di solito) hanno una data di scadenza, così l’affiliato viene pagato anche se il cliente fa clic sul link ma completa l’acquisto in un secondo momento.

    Facciamo un esempio.

    Immagina che un lettore visiti un tuo post che riguarda le migliori giacche invernali e che poi faccia clic su uno dei tuoi link di affiliazione che lo porta a un prodotto su Amazon.

    Poi si ricorda di dover andare a prendere la figlia a scuola. Quindi esce di casa, va a prendere la figlia, cena e alla fine ritorna su Amazon dove ritrova il prodotto.

    Già che è su Amazon, decide di comprare anche dell’attrezzatura da sci.

    Ecco la buona notizia: all’inizio aveva fatto clic sul tuo link di affiliazione e un cookie era stato salvato sul suo dispositivo. I cookie di Amazon hanno una durata di 24 ore, quindi otterrai un pagamento sia per la giacca invernale sia per l’attrezzatura da sci, anche se non hai pubblicizzato direttamente l’attrezzatura.

    La risposta è semplicissima: non c’è un limite al guadagno potenziale. Il guadagno dipende dalla nicchia e dall’impegno che vorrai metterci tu.

    Gli affiliate marketer più di successo possono guadagnare da centinaia di migliaia a milioni di euro al mese.

    Ad esempio nel dicembre 2017 Pat Flynn di Smart Passive Income ha guadagnato più di 100.000 $ (circa 90.500 euro) di commissioni di affiliazione.

    2 spi earnings

    Ryan Robinson, un altro affiliate marketer, ha detto di aver ricavato più di 19.000 $ (poco più di 17.000 euro) dalle affiliazioni nell’ottobre 2019. The Wirecutter, un altro sito di successo basato sulle affiliazioni, ha ricavato circa 10 milioni di dollari (9 milioni di euro circa) dalle affiliazioni e alla fine è stato venduto al New York Times per 30 milioni di dollari (circa 27 milioni di euro).

    Va ricordato però che questi marketer hanno fatto un lavoro eccellente di costruzione del proprio brand: hanno impiegato anni di duro lavoro per raggiungere questo livello.

    Se sei agli inizi, per un po’ gli assegni che ricevi potrebbero essere così:

    amazon check

    Assegno da 1,04 $ ricevuto da Sam Oh da uno dei suoi siti in affiliazione.

    Per un po’ devi accontentarti. Non guadagnerai tanto e subito, ma non farti scoraggiare.

    Il successo che gli altri hanno avuto ti dice che lavorando sodo, con un po’ di tempo e imparando il giusto procedimento anche tu puoi raggiungere questi livelli.

    Per iniziare è sufficiente seguire questi sette semplici passaggi.

    1. Scegli una piattaforma
    2. Scegli una nicchia
    3. Trova i programmi di affiliazione a cui iscriverti
    4. Crea contenuti di valore
    5. Indirizza il traffico verso il tuo sito affiliato
    6. Ottieni clic sui link di affiliazione
    7. Converti i clic in vendite

    Passo #1: scegli una piattaforma

    In teoria puoi fare affiliate marketing su qualsiasi piattaforma. Persino su Instagram.

    3 instagram affiliate link

    Però è molto più facile costruire un pubblico e aumentare le vendite in affiliazione con uno di questi due canali: un blog o un canale YouTube.

    Iniziare un blog al giorno d’oggi è relativamente facile e poco costoso. Online ci sono un sacco di tutorial che ti insegnano come iniziare. Il vantaggio più grande? Probabilmente un blog ti costerà pochi euro al mese.

    Una volta creato il sito, ottimizzalo per i motori di ricerca per avere più possibilità di posizionarti. Da lì in poi sei libero di aggiungere i link di affiliazione al tuo contenuto. (C’è un modo più indicato di altri per aggiungerli, e lo scoprirai continuando a leggere questa guida.)

    La seconda piattaforma è YouTube. Creare e caricare contenuti su YouTube è gratis, e questo rende YouTube ideale per molti. Ottimizza i video in chiave SEO e inserisci i link di affiliazione nella descrizione.

    Uno dei miei esempi preferiti è su BookTube, un canale di recensioni di libri realizzate da diversi YouTuber:

    4 book recommendations affiliate link

    Nota che devi rendere pubblico il fatto che i tuoi contenuti contengono link di affiliazione. La Federal Trade Commissions (FTC) ti richiede la piena trasparenza se ricevi del denaro in cambio di pubblicità.

    Se usi un blog, crea una pagina a sé stante oppure inserisci la dichiarazione nel footer del tuo sito in questo modo:

    Farnam Street A Signal in a World Full of Noise

    2019 Farnam Street Media Inc. Tutti i diritti riservati.

    Hosting by Pressable. Leggi la nostra Privacy Policy.

    Farnam Street, in qualità di Affiliato Amazon riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

    Se fai affiliazione tramite YouTube, inserisci la dichiarazione nella descrizione:

    Ace of Seafood The rise of the Anthropods YouTube

    Link di affiliazione in uno dei video YouTube di PewDiePie

    Probabilmente otterrai più clic da un blog che da un video su YouTube. Per questo la maggior parte degli esempi che faremo nel seguito saranno riferiti ai blog.

    Passo #2: scegli una nicchia

    Diciamo le cose come stanno: se inizi un blog oggi, dovrai affrontare un sacco di concorrenza. Statista stima che negli Stati Uniti il numero di blogger raggiungerà i 31,7 milioni entro il 2020.

    Per avere la maggior possibilità di successo possibile occorre specializzarsi in una nicchia.

    Scegli un argomento che riguarda una categoria specifica. Ad esempio il topic “cibo” è una categoria troppo ampia. Anziché affrontare quella, puoi provare con qualcosa di più specifico, ad esempio con i cibi grigliati.

    Mantenere l’argomento specifico aiuta a costruire un pubblico più in target e potenzialmente ti aiuta a posizionarti meglio sui motori di ricerca.

    Io ho fatto così quando ho costruito il mio primo sito. Anziché parlare di “ballo” o di “hip hop”, ho deciso di limitarmi a trattare solo la breakdance. In quel momento non sapevo nulla di SEO, ma sono riuscito a posizionarmi per alcune keyword e a generare circa 3.000 visite organiche al mese.

    breakdancedecoded organic traffic

    Il traffico organico del mio sito prima di lasciar scadere il dominio.

    Poi quando avrai trattato tutti gli argomenti principali della categoria e avrai portato traffico a queste pagine, potrai espanderti verso altre aree.

    Ora, se sarai il creatore principale dei contenuti, scegli un argomento che ti interessa.

    Molti siti di affiliazione muoiono per mancanza di continuità. Almeno, se sei appassionato di un argomento troverai molto più facile andare avanti quando il gioco si fa duro.

    Se non sei un esperto di ciò che vuoi trattare, non ti preoccupare. Come dice Gary Vaynerchuk, bisogna “documentare, non creare”. Documentare ciò che hai imparato può diventare un ottimo contenuto e attirare persone interessate a seguire i tuoi progressi.

    Se fai creare il contenuto da qualcun altro, è meglio lavorare con super esperti della nicchia. Gli esperti possono aiutarti a creare un lavoro di alta qualità e autorevole, che può portare più traffico, visitatori più interessati e più vendite in affiliazione.

    Passo #3: trova i programmi di affiliazione a cui iscriverti

    Puoi scegliere tra tre tipi di programmi di affiliazione.

    A. Programmi di affiliazione che pagano molto per prodotti di nicchia

    Questi programmi di affiliazione riguardano prodotti di nicchia con payout elevati.

    Ad esempio il programma di affiliazione di ConvertKit paga circa 700$ (circa 630 euro) al mese se gli vengono segnalati 80 clienti. Tuttavia, poiché l’azienda vende software CRM per piccole aziende, la platea di potenziali clienti è limitata.

    convertkit affiliate program

    Il programma di affiliazione di ConvertKit.

    [Guadagna con noi!

    Ti accreditiamo il 30% di commissione per ogni persona che si iscrive a ConvertKit usando il tuo link di affiliazione. Ma non solo. Quel 30% arriverà arriverà sul tuo conto ogni mese finché l’account ConvertKit di quella persona rimarrà attivo.

    Vuoi vedere subito quanto potresti guadagnare?

    Sposta il cursore sul nostro Calcolatore delle Commissioni per vedere la cifra che potresti guadagnare.

    P.S. La scala mostra solo le commissioni per i referral sul nostro piano mensile di base. Puoi guadagnare MOLTO di più se i tuoi referral hanno liste e‑mail più grandi.]

    Inoltre per i programmi con commissioni alte tende ad esserci più competizione. Tu probabilmente sei agli inizi, quindi sarà abbastanza difficile guadagnare una somma di denaro significativa se sei in competizione con marketer esperti che guadagnano molto più di te.

    B. Programmi di affiliazione che pagano poco per prodotti popolari

    Questi programmi di affiliazione pubblicizzano prodotti che hanno un payout basso ma sono in grado di attirare l’attenzione di un pubblico ampio.

    Prendiamo ad esempio i giochi per PS4. Molte persone giocano con la PS4, ma il costo medio di un gioco è più o meno di 50$ (45 euro), e le commissioni di affiliazione di solito sono a una sola cifra. Questo significa che guadagnerai, se sei fortunato, 2 o 3 dollari (più o meno 2 o 3 euro) a vendita.

    La caratteristica che ci fa rivalutare questi tipi di programmi è che di solito offrono molti prodotti da vendere. Prendiamo ad esempio il programma di affiliazione di Amazon. Puoi guadagnare fino al 10% di commissioni su quasi tutti i prodotti in vendita su Amazon.

    amazon associates

    [Approfitta della nostra esperienza

    Guadagna fino al 10% di commissioni con un leader riconosciuto dell’e‑commerce]

    L’altra cosa positiva è che spesso le commissioni sono calcolate sul valore totale della vendita, e non solo sul prodotto che hai pubblicizzato.

    Per rendere redditizio questo tipo di programma di affiliazione, avrai bisogno di molto traffico.

    C. Programmi di affiliazione che pagano molto per prodotti popolari

    Si tratta di programmi di affiliazione su prodotti popolari ma che pagano anche commissioni elevate.

    Un esempio sono i programmi di affiliazione per le carte di credito.

    Tutti abbiamo bisogno di una carta di credito e la maggior parte delle persone rimane con la stessa banca per anni (alcuni anche per decenni!).

    Lo svantaggio di questi tipi di prodotto è che attraggono in affiliazione marketer molto esperti e molto ben pagati. Alcuni usano anche tattiche spammose con cui semplicemente tu non riuscirai mai a competere.

    Questo è un tutorial pensato per chi è agli inizi, quindi non approfondiremo l’argomento.

    Ti basti sapere che questo tipo di programmi esiste.

    Come decidere a quali programmi di affiliazione partecipare

    Dipende dalla tua nicchia e dal tuo livello di esperienza.

    Se il tuo obiettivo sono i clienti di prodotti popolari, probabilmente sceglierai il secondo modello, quello con commissioni basse e volumi di vendita elevati.

    Se invece sei interessato a una clientela business, probabilmente sceglierai il primo modello: affiliazioni che pagano tanto su prodotti di nicchia. I programmi più popolari di questo tipo riguardano i software e i servizi di hosting.

    How I Made 21 200 09 Blogging in October 2019 Blog Income Report

    I guadagni di Ryan Robinson dalle affiliazioni su software e servizi di hosting.

    Il miglior modo per trovare questi programmi di affiliazione è fare una ricerca con Google.

    google search

    [migliori programmi affiliazione software]

    In alternativa puoi inserire un sito di affiliazione tuo concorrente nel Site Explorer di Ahrefs e andare sul rapporto Linked domains.

    Ad esempio so che Pat Flynn promuove diversi software sul suo sito Smart Passive Income. Dando uno sguardo al rapporto Linked domains scopro che Pat linka ad Aweber molto di frequente.

    5 aweber affiliate

    Facendo clic sulla freccina e di “Links from target” si scopre che Pat è un’affiliata.

    6 aweber 2

    Basta fare una veloce ricerca Google per scoprire il form di richiesta di iscrizione a questo programma.

    Tuttavia se c’è un prodotto che ti interesserebbe davvero promuovere senza un programma di affiliazione pubblico, puoi contattare direttamente l’azienda e chiedere se sono disposti ad averti come affiliato.

    Passo #4: crea contenuti di valore

    Se vuoi che il tuo sito di affiliazione abbia successo, devi creare contenuto di alta qualità in cui i link di affiliazione risultino inseriti in modo naturale.

    Ecco un esempio. Tim Ferriss ha intervistato 100+ persone famose, ponendo loro questa domanda:

    What purchase of $100 or less has most positively impacted your life in the last six months (or in recent memory)?

    Quale acquisto per un importo massimo di 100 dollari ha avuto l’impatto migliore sulla tua vita negli ultimi sei mesi (o nell’ultimo periodo)?

    Ha pubblicato le risposte in un post del suo blog e ha inserito link di affiliazione sui prodotti citati:

    7 linked text

    [Kelly, Kevin: di recente ho fatto l’upgrade al piano Team/Family del password manager 1Password. Ora posso condividere con la mia famiglia e i miei colleghi di lavoro la sicurezza, la semplicità e la liberazione date dall’uso di un buon password manager. Riusciamo a condividere in sicurezza le password giuste.

    Koppelman, Brian: la mia racchetta da ping pong Butterfly Petr Korbel Perché quando l’ho comprata sapevo che mi stavo impegnando nell’allenamento come giocatore di ping pong. Ho sempre amato giocarci, e mi sono sempre detto che un giorno avrei provato a diventare bravo. Comprare la racchetta è stato come dire che quel giorno è arrivato.]

    A giudicare dai commenti, a chi lo segue è piaciuto.

    Questo è il metodo che devi imitare quando crei dei contenuti per il tuo sito di affiliazione.

    Non fare una recensione banale dei prodotti più venduti di Amazon. Fai uno sforzo per assicurarti che il tuo contenuto risolva il problema di chi visita la pagina.

    Come fare? Se fai una recensione, compra il prodotto e testalo. Wirecutter ha fatto così, e questo spiega il suo successo.

    8 recommendations

    [Le nostre recensioni sono realizzate con report, interviste e test, fatti con passione da una squadra di giornalisti, scienziati e ricercatori esperti. […] Siamo orgogliosi di seguire standard giornalistici e un’etica giornalistica così rigorosa, e la nostra linea editoriale rimane indipendente da questioni economiche.]

    Se non hai i soldi per comprare ogni singolo prodotto, puoi sempre iniziare da quelli che hai in casa. Ad esempio se hai un blog che parla di tecnologia, potresti creare delle recensioni dei gadget già in tuo possesso.

    Passo #5: indirizza il traffico verso il tuo sito affiliato

    Hai creato un contenuto di valore. Il passaggio successivo è farlo leggere a più persone, e indurle a fare clic sui link di affiliazione.

    Ecco tre strategie che potresti provare per acquisire traffico:

    A. Traffico a pagamento

    Traffico a pagamento significa pagare per ottenere visitatori sul tuo sito: per ottenerlo puoi usare la pubblicità PPC.

    Il vantaggio del traffico a pagamento è che nel momento in cui inizi a pagare ottieni del traffico.

    Ci sono però alcuni svantaggi.

    In primo luogo fare pubblicità minerà i tuoi profitti. È abbastanza normale che chi fa pubblicità perda del denaro prima di guadagnarlo… se mai lo guadagna!

    9 facebook comment

    [… non ottimizzerai una campagna Google Ads nella prima settimana o nelle prime due settimane. […] Ci vuole tempo e probabilmente per i primi mesi sarà solo un costo.]

    Devi stare coi piedi per terra e capire quanto tempo ci vuole per ottimizzare una campagna per ottenere traffico a pagamento.

    In secondo luogo, quando smetterai di pagare la pubblicità, il traffico smetterà di arrivare.

    In generale la pubblicità è un’ottima strategia per generare traffico se fai parte di un programma di affiliazione che paga molto e può coinvolgere molti clienti.

    Invece se sei completamente a digiuno di paid marketing e non hai budget da destinare al marketing (oppure lavori con programmi con commissioni basse come Amazon Associates), potrebbe non essere una grande idea.

    B. Search engine optimization (SEO)

    Fare SEO significa ottimizzare le pagine allo scopo di posizionarsi meglio sui motori di ricerca come Google.

    Finché ti posizioni bene sui motori di ricerca per le keyword che hai scelto, ottieni traffico passivo di qualità.

    Al livello più semplice possibile, fare SEO significa:

    • capire che cosa stanno cercando i clienti che vuoi attirare;
    • creare contenuto sugli argomenti che vengono cercati (post di blog, pagine prodotto, ecc.);
    • occuparsi di aspetti “tecnici” per spingere le pagine più in alto tra i risultati dei motori di ricerca (ad esempio facendo link building).

    Puoi imparare le basi in questo video:

    https://www.youtube.com/watch?v=DvwS7cV9GmQ

    C. Costruire una lista di e‑mail

    Le liste di e‑mail ti permettono di comunicare con i tuoi lettori in qualsiasi momento.

    Usale per informare i tuoi fan sui nuovi contenuti e per spingerli a ritornare sul tuo sito per leggere le novità. In questo modo otterrai più clic e più vendite in affiliazione.

    Puoi addirittura mandare promozioni in affiliazione via e‑mail direttamente alla lista:

    10 email link

    E‑mail promozionale con link di affiliazione.

    [Ciao, sono Ryan…

    Ieri la mia amica e mentore Lisa Sasevich ha aperto le iscrizioni al programma Speak To Sell…

    In questo programma potrai ripercorrere con lei PASSO PER PASSO il processo di creazione di talk di presentazione che convertono.

    ⇒ Fai clic qui per registrarti]

    Per costruire una lista di e‑mail, devi convincere i lettori del tuo sito a registrarsi. In cambio devi offrire loro qualcosa di valore.

    Su Ahrefs visualizziamo un box a scomparsa alla fine di ogni articolo:

    11 ahrefs blog slide in

    Alcuni siti come Gear Patrol hanno anche un pulsante “iscriviti” sulla barra di navigazione:

    12 gear patrol

    In realtà ci sono molti modi per raccogliere indirizzi. Puoi anche offrire un eBook gratuito, un corso e‑mail, ecc.

    Per costruire una lista ti basta un po’ di creatività.

    Passo #6: ottieni clic sui link di affiliazione

    Il fatto che tu abbia un contenuto straordinario non significa automaticamente che la gente farà clic sui link di affiliazione.

    Ecco alcuni aspetti di cui devi tenere conto.

    A. Posizionamento dei link

    Se tutti i tuoi link di affiliazione si trovano al fondo della pagina dove raramente si arriva facendo scrolling, i clic saranno pochi e rari.

    D’altra parte se trasformi tutte le parole dell’introduzione in un link, il tuo contenuto sembrerà spam.

    È necessario bilanciare il posizionamento dei link con gli altri fattori che elenchiamo nel seguito.

    B. Contesto

    Poniamo che tu stia scrivendo un articolo sui migliori coltelli da cucina in vendita a meno di 50 euro.

    L’introduzione probabilmente non dovrebbe avere quest’aspetto:

     Oggi faccio una recensione dei migliori coltelli da cucina.

    I link sono palesemente fuori contesto e sembrano spam.

    Ha molto più senso scrivere così:

    Oggi recensisco tre diversi coltelli da cucina in vendita su Amazon a meno di 50 euro. Si tratta di nomeprodotto1, nomeprodotto2 e nomeprodotto3.

    C. Callout

    Usare i callout, cioè i pulsanti, le tabelle e i box, può aiutarti ad attirare l’attenzione dei lettori e rendere il post più immediatamente comprensibile e leggibile.

    Ad esempio The Wirecutter usa box molto accattivanti con link ai prodotti tutte le volte che condivide un miglior prodotto in affiliazione.

    The Best Thanksgiving Kitchen Tools and Tableware for 2019 Reviews by Wirecutter

    [Scelto da noi

    Mac MTH-80

    Il miglior coltello da cucina per quasi tutti

    Con la lama superaffilata, il profilo elegante e affusolato e il manico comodo, questo coltello ti aiuterà ad affettare e a tagliare a dadini in modo semplice e veloce.

    145 $ su Amazon

    145 $ su Cutlery and More]

    PC Mag usa un approccio diverso e fa ricorso a una tabella comparativa con pulsanti:

    pc mag comparison table

    Passo #7: converti i clic in vendite

    Nell’affiliate marketing devono avvenire due conversioni per farti guadagnare dei soldi.

    La prima conversione è il clic verso la pagina di prodotto.

    Su quest’azione hai il pieno controllo. Usa le tattiche che abbiamo spiegato in precedenza per aumentare la possibilità di ottenere quel click.

    La seconda conversione si verifica quando il visitatore compra il prodotto. Nel caso dell’affiliate marketing, è il merchant che ha il controllo sul checkout e i tassi di conversione dei merchant sono fuori dal tuo controllo.

    Il trucco sta nel giocare la partita a tuo vantaggio e cercare merchant con programmi che convertono bene.

    Ecco alcuni modi per trovarli:

    A. Report pubblici sui guadagni

    Se altre persone ottengono dignitosi da un programma di affiliazione, è probabile che il prodotto converta bene.

    Come si fa a sapere gli altri guadagnano?

    Basta cercare dei report pubblici sui guadagni in cui i blogger rivelino pubblicamente quando guadagnano dai loro rapporti di affiliazione.

    Puoi trovare questi report su Google.

    Ad esempio se cerchi “report guadagni affiliati amazon”, vedrai diversi post che spiegano come i blogger hanno ottenuto ricavi dal programma di affiliazione di Amazon.

    income report amazon affiliate Google Search

    [report guadagni affiliazione amazon]

    Emerge che un blogger ha ricavato 7.300 $ (circa 6500 euro) in un mese dalle commissioni Amazon.

    13 income report amazon

    [Guadagno da Amazon: 7.312 $ (no, non è un errore di stampa)]

    Se sei nello stesso spazio, puoi anche cercare di capire da dove vengono gli altri due ricavi di affiliazione e potenzialmente puoi promuovere anche tu gli stessi prodotti.

    B. Fare domande

    Se non ci sono abbastanza informazioni su un programma di affiliazione a cui vorresti partecipare, iscriviti e fai delle domande.

    Ad esempio potresti voler scoprire quali sono i tassi di conversione medi o voler avere una stima delle commissioni mensili pagate agli affiliati più bravi.

    Queste domande ti possono aiutare a capire se il programma di affiliazione è uno di quelli che vale la pena di promuovere.

    C. Vai a intuito

    In alcuni casi la cosa giusta da fare è usare l’intuito.

    Se il programma o il prodotto su cui ti stai documentando non ti sembra un granché o se personalmente non lo consiglieresti a un familiare o a un amico, allora non promuoverlo.

    Considerazioni conclusive

    In questa guida non abbiamo riscoperto l’acqua calda dell’affiliate marketing: abbiamo ripercorso le basi e se le applicherai potrai partire con il piede giusto.

    Non aspettarti di guadangare somme che ti cambino la vita o di avere la libertà di poterti licenziare dal tuo lavoro fisso da un giorno all’altro. Per l’affiliate marketing ci vuole tempo.

    All’inizio concentrati sul portare a casa la tua prima vendita in affiliazione. Man mano che il tuo sito crescerà, poniti dei nuovi obiettivi e continua a sperimentare.

    In questo modo costruirai gradualmente un sito che alla fine ti permetterà di ottenere un guadagno dignitoso.

    Hai delle domande? Puoi farmele nei commenti o sul mio profilo Twitter.

    Tradotto da Elisa Bruno.

    Shows how many different websites are linking to this piece of content. As a general rule, the more websites link to you, the higher you rank in Google.

    Shows estimated monthly search traffic to this article according to Ahrefs data. The actual search traffic (as reported in Google Analytics) is usually 3-5 times bigger.