Cosa Sono i Dati Strutturati? E Perché Dovresti Implementarli?

Avatar
Marketer e scrittore di contenuti ad Ahrefs. Appassionato di SEO, aviazione, profumi, sushi e tacos.
Article stats
  • Linking websites 2
Data from Content Explorer

Shows how many different websites are linking to this piece of content. As a general rule, the more websites link to you, the higher you rank in Google.

Shows estimated monthly search traffic to this article according to Ahrefs data. The actual search traffic (as reported in Google Analytics) is usually 3-5 times bigger.

The number of times this article was shared on Twitter.

    I dati strutturati sono un modo standardizzato per fornire informazioni di una pagina web. Aiutano i motori di ricerca come Google a capire meglio di cosa tratta il tuo contenuto.

    Ma cosa c’è che ti riguarda, e come devi implementarlo?

    Vediamolo qui!

    Prima la cosa più importante, i dati strutturati non sono un fattore di posizionamento. Non ti aiutano direttamente a classificarti più in alto su Google. Tuttavia, ci sono molti benefici. Ci focalizzeremo nei 4 più importanti:

    1. Ottenere i rich result
    2. Entrare nel Grafico di Conoscenza di Google
    3. Aiutare la ricerca semantica
    4. Aiutare la tua E‑A-T

    1. Ottenere i rich result

    I rich result sono risultati di ricerca visivamente migliorati con informazioni prese da dati strutturati rilevanti. La tipologia più comune di rich result sono i rich snippet, come questi:

    1 rich snippets 1

    Hanno spesso la capacità di aumentare il tasso di click ed aumentare il traffico organico delle tue pagine.

    2. Entrare nel Grafico di Conoscenza di Google

    Il Grafico di Conoscenza di Google è una base di conoscenza formata da entità e da relazioni tra esse. Tu, il tuo brand, ed i tuoi prodotti possono tutti diventare entità che sono stabilite e influenzate dai dati strutturati.

    L’implicazione più diretta di essere parte del Grafico di Conoscenza è ottenere un Pannello di Conoscenza che fornisce maggiore visibilità al brand ed autorità:

    2 knowledge panel 1

    La ricerca semantica è focalizzata nel significato dietro una query di ricerca invece della tradizionale accoppiamento di parole chiave. E’ il modo in cui Google riesce a dare risultati perfetti quando cerchi qualcosa di vago tipo questo:

    3 semantic result 1

    Siccome i dati strutturati aiutano Google a capire meglio di cosa parlano le tue pagine, potrebbe essere d’aiuto mostrarle per maggiori query rilevanti.

    4. Aiutare la tua E‑A-T

    E‑A-T significa competenza, autorevolezza, e attendibilità. Questi 3 elementi sono ciò che “Google cerca in una pagina web”. L’uso di dati strutturati fornisce a Google informazioni sul tuo sito web, il suo contenuto, i suoi autori, e rende più facile valutare il tuo E‑A-T.

    I dati strutturati hanno bisogno di conformarsi in un formato specifico. Come per ogni linguaggio informatico, devi aderire ad una sintassi corretta se vuoi che le macchine li possano elaborare correttamente.

    Il markup schema fornisce un formato universalmente riconosciuto per i dati strutturati sul Web.

    Se voglio dire ai motori di ricerca che il mio nome è Michal, devo cercare il modo di annotarlo. Cercando “nome” nel vocabolario schema.org finisco nella givenName property:

    4 schema given name 1

    Devi usarlo in questo modo esatto nel tuo codice. Usare variazioni come FirstName, firstName, o given_name non funziona.

    La standardizzazione è la chiave dei dati strutturati, ed è fornita dal vocabolario schema.org.

    Prendi, come esempio, un volo aereo: schema.org ha un lessico per annotare il tipo di aeromobile, il gate di partenza, ed anche una descrizione del servizio pasti:

    5 flight schema 1

    Questa è la teoria. Guarda come tutto questo funziona nel tuo sito web.

    Ci sono 3 formati principali che puoi usare per i dati strutturati nel Web.

    JSON-LD

    JSON-LD è il formato raccomandato da Google. E’ anche il più semplice da implementare perché non c’è bisogno di “tag” agli elementi HTML, come succede invece con gli altri formati di dati strutturati. Invece, aggiungi JSON-LD come unico blocco di codice che dice a Google, “Hey, ecco le cose principali che devi conoscere sui principali argomenti di questa pagina”.

    Ecco qui un esempio di un markup Organization molto semplice con l’uso di JSON-LD:

    <script type="application/ld+json">
    {
      "@context": "https://schema.org/",
      "@type": "Organization",
      "name": "Ahrefs",
      "url": "https://ahrefs.com/",
      "description": "Ahrefs is a software company that develops online SEO tools and free educational materials for marketing professionals.",
      "email": "support@ahrefs.com"
    }
    </script>
    

    Questo script può essere inserito ovunque nella sezione <head> o <body> del tuo HTML.

    Microdata

    Al contrario di JSON-LD, dove i dati strutturati sono un grande blocco digeribile, Microdata è sparpagliato su tutta la pagina per contenuti markup presi al volo.

    Ecco lo stesso markup Organization come sopra, ma in formato Microdata:

    <p itemscope itemprop="organization" itemtype="https://schema.org/Organization">
    <a href="https://ahrefs.com/" itemprop="url">
    <span itemprop="name">Ahrefs</span></a>
    <span itemprop="description">Ahrefs is a software company that develops online SEO tools and free educational materials for marketing professionals.</span>
    Contact us at: <span itemprop="email">support@ahrefs.com</span>
    </p>
    

    Come puoi vedere, hai creato il markup per tutto ciò che appare in pagina. Questo va bene per markup semplici come questo, ma potrebbe diventare molto caotico e quasi impossibile da gestire per applicazioni complesse. Alcuni plugin SEO usano Microdata per generare il tuo schema markup e comunque fanno il lavoro al posto tuo.

    RDFa

    RDFa funziona come Microdata. Fai il markup degli elementi HTML nella pagina, invece di fornire il markup in un grande unico blocco come JSON-LD. E’ probabilmente la sintassi schema meno usata, ma la incontrerai occasionalmente perché è la base su cui si basano i meta tag Open Graph di Facebook.

    Ecco come lo stesso markup Organization sembra usando RFDa:

    <p vocab="https://schema.org/" typeof="Organization">
    <a href="https://ahrefs.com/" property="url">
    <span property="name">Ahrefs</span></a> 
    <span property="description">Ahrefs is a software company that develops online SEO tools and free educational materials for marketing professionals.</span>
    Contact us at: <span property="email">support@ahrefs.com</span>
    </p>
    

    Come vedi, non così diverso da Microdata. Ma come fai a sapere quale di questi è un markup valido?

    Verifica dei tuoi dati strutturati

    Nessuna persona sana utilizza del codice senza prima averlo provato. Vai su Structured Data Testing Tool, inserisci lo snippet di codice o l’URL, e verifica se il markup è valido.

    Ecco cosa mi ha restituito per il mio snippet Microdata:

    6 organization markup 1

    Purtroppo, Google tra poco deprecherà questo strumento, e rimarrà solo lo strumento Rich Results Test. Come puoi immaginare dal nome, è focalizzato nella tua idoneità ai rich result, ma speriamo che Google in futuro unirà entrambe le funzionalità degli strumenti. C’è anche Classy Schema come ottima alternativa.

    Prima di creare il markup dei tuoi contenuti

    I dati strutturati non sono una scienza complicata, ma serve un po’ di tempo per conoscerli, capire a cosa dare priorità, ed imparare a svilupparli su scala. Molti CMS e plugin spesso si prendono cura dei markup più semplici senza problemi, ma voglio ricordarti chiaramente una cosa:

    Per molte persone, ci sono azioni molto più importanti per la SEO rispetto allo sviluppo schema nel tuo sito web. Tratteremo in dettaglio di priorità e implementazione nel nostro dedicato articolo sullo schema markup, dove imparerai tutto ciò che serve sapere dell’argomento.

    Puoi diventare una entità nel Grafico della Conoscenza anche senza sviluppare il markup schema. Perché le citazioni del tuo brand e prodotti possono essere ovunque nel web.

    Tuttavia, non iniziare a pensare che hai bisogno di una pagina Wikipedia solo perché viene spesso usata come fonte dei Pannelli di Conoscenza:

    7 knowledge panel wikipedia 1

    Prima di tutto, ci sono molte altre fonti che Google usa. Secondo, mentre è sicuramente una scorciatoia per diventare un’entità del Grafico di Conoscenza, avere una pagina Wikipedia è spesso un processo sfidante. Ed ultimo, Google cita solamente la fonte della descrizione, e molti Pannelli di Conoscenza non hanno nemmeno.

    Infatti, a meno che tu non abbia un enorme copertura media su Wikipedia e Wikidata, il tuo Pannello di Conoscenza sarà probabilmente molto più semplice:

    8 simple knowledge panel 1

    Qui il punto è che dovresti convogliare informazioni consistenti su di te o la tua attività e collegarle tutte assieme.

    Quindi, ricordati di unificare tutte le informazioni nei social media, su profili di altre aziende come Crunchbase, e siti autorevoli nella tua nicchia. Poi unisci i puntini usando la proprietà schema sameAs. Ti mostriamo come nella nostra guida schema.

    Conclusioni

    I dati strutturati sono potenti, ma è raro che diventino una priorità SEO per molti siti web. Ci sono quasi sempre altre cose importanti dove focalizzarsi.

    Detto questo, l’implementazione di schema markup di base come Organization o Person è relativamente veloce e semplice. La puoi fare probabilmente in qualche minuto, e puoi imparare come nella nostra guida al markup schema.

    Domande? Contattami su Twitter.

    Tradotto da  Mauro Marinello

    • Linking websites 2
    Data from Content Explorer