Elenco dei Codici di Stato HTTP

Elenco dei Codici di Stato HTTP

Patrick Stox
Patrick Stox è Product Advisor, Technical SEO e Brand Ambassador di Ahrefs. E’ tra gli organizzatori di Raleigh SEO Meetup, Raleigh SEO Conference, Beer & SEO Meetup, Findability Conference, e moderatore di /r/TechSEO.
    I codici di stato HTTP sono risposte del server alle richieste del client (in genere browser). I codici di stato si trovano nella risposta del server. Includono un numero di tre cifre e di solito includono una descrizione dello stato. Le specifiche e le relative funzionalità sono definite dal World Wide Web Consortium (W3C).

    I codici di stato indicano il modo in cui il tuo client e un server comunicano tra loro. Puoi visualizzare gratuitamente i codici di stato HTTP di qualsiasi pagina utilizzando la SEO Toolbar di Ahrefs cliccando sul numero a tre cifre.

    Puoi anche cliccare ed espanderlo per vedere la risposta completa, nel caso in cui tu debba risolvere dei problemi tecnici.

    Ci sono cinque intervalli per i codici:

    Continua a leggere per scoprire cosa significano questi codici di stato e come Google li gestisce.

    I codici di stato 1xx indicano che il server ha ricevuto la richiesta e l’elaborazione andrà avanti.

    100 Continue – È tutto a posto. Andare avanti.

    101 Switching Protocols – Si tratta di un messaggio, per esempio una richiesta di aggiornamento, che indica che si sta cambiando protocollo.

    102 Processing – Qualcosa sta succedendo ma il risultato non è ancora visibile.

    103 Early Hints –Ti consente di precaricare le risorse, che possono aiutare a migliorare il Largest Contentful Paint nell’ambito dei Core Web Vitals.

    I codici di stato 2xx indicano che una richiesta del cliente è stata ricevuta, compresa e accettata.

    200 OK – Tutto a posto.

    201 Created – Simile al 200, ma la misura del successo è che è stata creata una nuova risorsa.

    202 Accepted – Una richiesta è stata accettata per l’elaborazione, ma non è stata ancora completata. Potrebbe non essere nemmeno iniziata.

    203 Non-Authoritative Information – Qualcosa è cambiato dopo che la richiesta è stata inviata dal server.

    204 No Content – La richiesta è stata inviata, ma non c’è contenuto nel body.

    205 Reset Content – Riporta il documento allo stato originale, ad esempio cancellando un modulo.

    206 Partial Content – Solo una parte del contenuto è stata inviata.

    207 Multi-Status – Esistono più codici di risposta che potrebbero essere 2xx, 3xx, 4xx o 5xx.

    208 Already Reported – Il client dice al server che la stessa risorsa è stata menzionata in precedenza.

    218 This is fine – Uso non ufficiale da parte di Apache.

    226 IM Used – Consente al server di inviare modifiche in termini di risorse ai client.

    Come sono gestiti i codici 2xx da Google

    La maggior parte dei codici 2xx consentirà l’indicizzazione delle pagine. Tuttavia, i 204 verranno trattati come soft 404 e non verranno indicizzati.

    I soft 404 possono anche essere URL in cui il server dice che ha avuto successo (200), ma il contenuto della pagina dice che non esiste. Il codice avrebbe dovuto essere un 404, ma il server dice che va tutto bene quando invece non è così. Questo può accadere anche su pagine con poco o nessun contenuto.

    Puoi trovare questi errori soft 404 nel rapporto Copertura in Google Search Console.

    I codici di stato 3xx indicano che il client deve ancora fare qualcosa prima che la richiesta possa avere esito positivo.

    300 Multiple Choices – C’è più di una risposta possibile e potresti doverne scegliere una.

    301 Moved Permanently – La vecchia risorsa ora reindirizza alla nuova risorsa.

    302 Found – La vecchia risorsa ora reindirizza temporaneamente alla nuova risorsa.

    302 Moved Temporarily – La vecchia risorsa ora reindirizza temporaneamente alla nuova risorsa.

    303 See Other – Un altro reindirizzamento che indica che la risorsa potrebbe essere da qualche altra parte.

    304 Not Modified – Dice che la pagina non è stata modificata. Tipicamente utilizzata per la memorizzazione nella cache.

    305 Use Proxy – La risorsa richiesta è disponibile solo se si utilizza un proxy.

    306 Switch Proxy – Le tue prossime richieste dovrebbero utilizzare il proxy specificato. Questo codice non è più utilizzato.

    307 Temporary Redirect – Ha la stessa funzionalità di un reindirizzamento 302, tranne per il fatto che non puoi passare da POST a GET.

    307 HSTS Policy – Forza il client a utilizzare HTTPS quando si effettuano richieste anziché HTTP.

    308 Permanent Redirect – Ha la stessa funzionalità di un reindirizzamento 301, tranne per il fatto che non puoi passare da POST a GET.

    Come sono gestiti i codici 3xx da Google

    301 e 302 sono segnali di canonicalizzazione. Passano il PageRank e aiutano a stabilire quale URL viene mostrato nell’indice di Google. Un 301 si consolida con il nuovo URL e un 302 si consolida con il vecchio URL. Se un 302 resta attivo abbastanza a lungo o se l’URL a cui viene reindirizzato esiste già, un 302 può essere trattato come un 301 e consolidato con il nuovo indirizzo.

    I 302 possono essere utilizzati anche per reindirizzare gli utenti verso page specifiche per lingua o paese/lingua, ma la stessa logica non dovrebbe essere utilizzata per pagine più profonde.

    I 303 sono trattati da Google in maniera non particolarmente chiara. Possono essere trattati come 301 o 302, a seconda di come funzionano.

    Un 307 può essere trattato in due modi diversi. Nei casi in cui si tratti di un reindirizzamento temporaneo, verrà trattato come un 302 e tenterà di consolidarsi con l’URL vecchio. Quando i server Web richiedono ai client di utilizzare solo connessioni HTTPS (criterio HSTS), Google non vedrà il 307 perché è memorizzato nella cache del browser. L’hit iniziale (senza cache) avrà un codice di risposta del server che è probabilmente un 301 o un 302. Ma il tuo browser ti mostrerà un 307 per le richieste successive.

    I 308 vengono trattati come i 301 e si legano ai nuovi URL.

    Google seguirà fino a 10 nodi in una catena di reindirizzamento. Di solito segue cinque salti in una sessione e riprende da dove si era interrotto nella sessione successiva. Successivamente, i segnali potrebbero non collegarsi alle pagine reindirizzate.

    Puoi trovare le catene di reindirizzamento utilizzando il Site Audit di Ahrefs o il nostro Ahrefs Webmaster Tools (AWT) gratuito.

    I codici di stato 4xx indicano che il client presenta un errore. L’errore è solitamente spiegato nella risposta.

    400 Bad Request – Qualcosa con la richiesta del client è sbagliata. È possibile che sia scorretta, non valida o troppo grande. In tutti i casi, il server non può capire la richiesta.

    401 Unauthorized – Il client non si è identificato o verificato quando necessario.

    402 Payment Required – Questo codice non ha un uso ufficiale ed è riservato per il futuro in caso di sistemi di pagamento digitale. Alcuni commercianti lo usano per scopi propri: ad esempio Shopify lo usa quando un negozio non ha pagato le sue commissioni e Stripe lo usa per pagamenti potenzialmente fraudolenti.

    403 Forbidden – Il client è noto ma non dispone dei diritti di accesso.

    404 Not Found – La risorsa richiesta non è stata trovata.

    405 Method Not Allowed – Il metodo di richiesta utilizzato non è supportato, ad esempio, quando un modulo deve utilizzare POST ma utilizza invece GET.

    406 Not Acceptable – L’intestazione di accettazione richiesta dal client non può essere soddisfatta dal server.

    407 Proxy Authentication Required – L’autenticazione deve essere eseguita tramite proxy.

    408 Request Timeout – Il server è scaduto o ha deciso di chiudere la connessione.

    409 Conflict – La richiesta è in conflitto con lo stato del server.

    410 Gone – Simile a un 404 in cui la richiesta non viene trovata, ma questo codice specifica anche che non sarà più disponibile.

    411 Length Required – La richiesta non contiene un campo relativo alla lunghezza del contenuto quando è richiesto.

    412 Precondition Failed – Il client pone una condizione alla richiesta che il server non soddisfa.

    413 Payload Too Large – La richiesta è più grande di quanto consentito dal server.

    414 URI Too Long – L’URI richiesto è più lungo di quanto consentito dal server.

    415 Unsupported Media Type – Il formato richiesto non è supportato dal server.

    416 Range Not Satisfiable – Il client richiede una parte del file che non può essere fornita dal server, ad esempio richiede una parte del file che va oltre il punto in cui il file finisce.

    417 Expectation Failed – L’aspettativa indicata nell’intestazione della richiesta “Expect” non può essere soddisfatta dal server.

    418 I’m a Teapot – Succede quando provi a preparare il caffè in una teiera. Questo codice è iniziato come pesce d’aprile nel 1998, ma oggi è standardizzato. Con tutti i dispositivi intelligenti in uso oggi, questo codice potrebbe essere potenzialmente utilizzato.

    419 Page Expired – Uso non ufficiale da parte di Laravel Framework.

    420 Method Failure – Uso non ufficiale da parte di Spring Framework.

    420 Enhance Your Calm – Uso non ufficiale da parte di Twitter.

    421 Misdirected Request – Il server a cui è stata inviata una richiesta non può rispondere.

    422 Unprocessable Entity – Sono presenti errori semantici nella richiesta.

    423 Locked – La risorsa richiesta è bloccata.

    424 Failed Dependency – Questo errore si verifica perché è stata avviata un’altra richiesta ma anche questa non è riuscita.

    425 Too Early – Il server non è disposto a elaborare la richiesta in questo momento perché è probabile che la richiesta si ripresenti più tardi.

    426 Upgrade Required – Il server rifiuta la richiesta finché il client non utilizza un protocollo più recente. Ciò che deve essere aggiornato è indicato nell’intestazione “Upgrade”.

    428 Precondition Required – Il server richiede che la richiesta sia condizionale.

    429 Too Many Requests – Questa è una forma di limitazione della velocità per proteggere il server quando il client invia troppe richieste al server troppo velocemente.

    430 Request Header Fields Too Large – Uso non ufficiale da parte di Shopify.

    431 Request Header Fields Too Large – Il server non elaborerà la richiesta perché i campi dell’intestazione sono troppo grandi.

    440 Login Time-out – Uso non ufficiale da parte di IIS.

    444 No Response – Uso non ufficiale da parte di nginx.

    449 Retry With – Uso non ufficiale da parte di IIS.

    450 Blocked by Windows Parental Controls – Uso non ufficiale da parte di Microsoft.

    451 Unavailable For Legal Reasons – Questo è bloccato per qualche motivo legale. A volte è presente a livello di paese, per esempio nel caso di notizie o video bloccati, a causa della privacy o delle licenze. Potresti vederlo anche per le rimozioni DMCA. Il codice è un riferimento al romanzo Fahrenheit 451.

    451 Redirect – Uso non ufficiale da parte di IIS.

    460 – Uso non ufficiale da parte di AWS Elastic Load Balancer.

    463 – Uso non ufficiale da parte di AWS Elastic Load Balancer.

    494 Request header too large – Uso non ufficiale da parte di nginx.

    495 SSL Certificate Error – Uso non ufficiale da parte di nginx.

    496 SSL Certificate Required – Uso non ufficiale da parte di nginx.

    497 HTTP Request Sent to HTTPS Port – Uso non ufficiale da parte di nginx.

    498 Invalid Token – Uso non ufficiale da parte di Esri.

    499 Client Closed Request – Uso non ufficiale da parte di nginx.

    499 Token Required – Uso non ufficiale da parte di Esri.

    Come sono gestiti i codici 4xx da Google

    I codici 4xxs fanno rimuovere le pagine dall’indice o fanno loro perdere posizioni.

    I 404 e i 410 hanno un trattamento simile. Entrambi eliminano le pagine dall’indice, ma i 410 sono leggermente più veloci. In termini pratici, si tratta più o meno della stessa cosa.

    I 421 vengono utilizzati da Google per disattivare la scansione con HTTP/2.

    I 429 sono speciali perché sono generalmente trattati come errori del server e rallentano la scansione da parte di Google. Ma alla fine, Google eliminerà anche queste pagine dall’indice.

    Puoi trovaregli errori 4xx utilizzando il Site Audit di Ahrefs o il nostro Ahrefs Webmaster Tools (AWT) gratuito.

    Un’altra cosa che potresti voler controllare è se una di queste 404 pagine ha link verso di sé. Se i link puntano a una pagina 404, non hanno alcun valore per il tuo sito web. Molto probabilmente, devi solo reindirizzare questi link utilizzando un codice 301 verso una pagina pertinente. Ecco come trovare queste opportunità:

    1. Inserisci l’indirizzo del tuo sito nel Site Explorer (disponibile gratuitamente anche in AWT)
    2. Vai sul report Migliore per link
    3. FIltra per “404 not found”

    Di solito ordino tutto per “Domini di riferimento”.

    I codici di stato 5xx indicano che il server presenta un errore e sa che non può eseguire la richiesta. La risposta conterrà un motivo legato all’errore.

    500 Internal Server Error – Il server riscontra un problema e non può gestirlo utilizzando un codice di errore migliore o più specifico.

    501 Not Implemented – Il metodo di richiesta non è supportato dal server.

    502 Bad Gateway – Il server era nel mezzo di una richiesta e stava già lavorando per l’instradamento della richiesta quando ha ricevuto una risposta negativa dal server verso cui stava effettuando il routing.

    503 Service Unavailable – Il server è sovraccarico o inattivo per manutenzione e non può gestire la richiesta in questo momento. Probabilmente tornerà attivo a breve.

    504 Gateway Timeout – Il server era nel mezzo di una richiesta e stava già lavorando per l’instradamento della richiesta ma non ha ricevuto una risposta veloce da parte del server verso cui stava effettuando il routing.

    505 HTTP Version Not Supported – Questo è esattamente ciò che dice: la versione del protocollo HTTP presente nella richiesta non è supportata dal server.

    506 Variant Also Negotiates – Consente al client di ottenere la migliore variante di una risorsa quando il server ne presenta più di una.

    507 Insufficient Storage – Il server non può archiviare ciò di cui ha bisogno per completare la richiesta.

    508 Loop Detected – Il server ha rilevato un ciclo infinito durante il tentativo di elaborare la richiesta.

    509 Bandwidth Limit Exceeded – Uso non ufficiale da parte di Apache e cPanel.

    510 Not Extended – Sono necessarie più estensioni della richiesta prima che il server riesca a soddisfarla.

    511 Network Authentication Required – Il client necessita dell’autenticazione prima che il server consenta l’accesso alla rete.

    520 Web Server Returned an Unknown Error – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    521 Web Server is Down – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    522 Connection Timed Out – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    523 Origin is Unreachable – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    524 A Timeout Occurred – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    525 SSL Handshake Failed – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    526 Invalid SSL Certificate – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    527 Railgun Error – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    529 Site is overloaded – Uso non ufficiale da parte di Qualys.

    530 – Uso non ufficiale da parte di Cloudflare.

    530 Site is frozen – Uso non ufficiale da parte di Pantheon.

    561 Unauthorized – Uso non ufficiale da parte di AWS Elastic Load Balancer.

    598 (Informal convention) Network read timeout error – Uso non ufficiale da parte di alcuni proxy HTTP.

    Come sono gestiti i codici 5xx da Google

    Gli errori 5xx rallentano la scansione e alla fine le pagine verranno eliminate dall’indice di Google.

    Puoi trovarli nel Site Audit o nel Webmaster Tools di Ahrefs ma potrebbero essere diversi dai 5xxs che vede Google. Poiché si tratta di errori lato server, potrebbero non essere sempre presenti.